Cava si veste di blu per la Giornata Mondiale dell’Autismo

Uno accanto all’altro e uniti dalla volontà di lottare e di andare avanti, malgrado tutto. Con il desiderio di gridare: «Noi siamo qui. Abbiamo voglia di “vivere”. Non ci abbandonate». Sono stati loro, genitori e figli dell’Associazione “Il Grillo e la Coccinella A.GE.C.”, i “protagonisti” del doppio appuntamento organizzato martedì 2 aprile a Cava de’ Tirreni per la Giornata Mondiale dell’Autismo, istituita nel 2008 dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite. Momenti salienti della manifestazione promossa dall’Associazione ONLUS metelliana (che persegue finalità di solidarietà sociale, culturale e ricreativa a favore delle persone affette da autismo e delle loro famiglie), la Santa Messa nella Concattedrale di Santa Maria della Visitazione e l’illuminazione di blu del Palazzo di Città, del Monumento ai Caduti e della “Fontana dei Delfini”. A segno lo scopo dell’iniziativa, organizzata in collaborazione con l’Associazione culturale “Koinè” e l’agenzia di comunicazione MTN Company e volta a sensibilizzare ed informare l’opinione pubblica su una patologia “più comune di quanto si pensi”, come recitava lo slogan di questa VI edizione della Giornata Mondiale dell’Autismo. Nutrita la partecipazione alla Santa Messa celebrata nel Duomo cittadino da Don Rosario Sessa, Parroco della Parrocchia di Sant’Adiutore.

Tra i presenti, a testimoniare la vicinanza delle istituzioni, anche l’Assessore alle Politiche sociali ed alla Famiglia, Vincenzo Lamberti. «Il Signore vi consoli e vi dia la forza per lottare sempre. Lo Spirito Santo vi fortifichi nella sofferenza, che diventa redenzione. Con i gesti d’amore quotidiani verso i vostri figli voi siete e date la speranza»: queste le parole pronunciate nel corso dell’omelia da Don Rosario. Al suo fianco una rappresentanza di genitori guidata dal Presidente Giovanni Vaglia, che ha declamato la poesia “simbolo” dell’Associazione ed ha esternato ai presenti le sofferenze e le esigenze che si ritrovano quotidianamente a dover affrontare. «All’improvviso è come se si spegnesse la luce – così un genitore ha descritto il terribile primo “impatto” con l’autismo – come se la vita che ti circonda, ad un tratto, ti girasse le spalle. Quasi a dimenticarsi che anche tu e la tua famiglia, come tutte le famiglie “normali” di questo mondo, volete divertirvi. Ed allora, che fai? Ti lasci sovrastare dall’angoscia? È da questi momenti che impari a tirare fuori la forza ed il coraggio. Coraggio che diventa baluardo per tuo figlio, che cresce al tuo fianco vedendo in te la parola che non riesce a pronunciare. Il desiderio che non riesce ad esprimere. L’urlo che non riesce a gridare».

Al termine della celebrazione eucaristica, tutti in Piazza Vittorio Emanuele III, per ammirare la storica “Fontana dei Delfini” tutta decorata con palloncini blu e in Piazza Abbro per vedere il Palazzo di Città ed il Monumento ai Caduti illuminati di blu, simbolo dell’autismo, in quanto colore enigmatico, che risveglia il desiderio di conoscenza e di sicurezza. Il tutto nell’ambito dell’iniziativa “Illuminiamo monumenti del mondo”, lanciata dalla più grande organizzazione mondiale per promuovere la ricerca scientifica sull’autismo, “Autism Speaks”, per testimoniare la sensibilità e la vicinanza delle città e dei loro amministratori all’informazione ed al sostegno alle persone con disturbi autistici. Il numero delle diagnosi di autismo è in continua crescita e si stima che in Italia siano 400mila le famiglie coinvolte dalla problematica, che si ritrovano a fronteggiare, spesso in solitudine, una diagnosi che le trova impreparate.

Da qui l’importanza di una “giornata dedicata all’autismo”, anche per esprimere la consapevolezza della necessità di una sempre maggiore autosufficienza di coloro che sono in questa condizione. Per far sì che una persona autistica, prima bambino a scuola e poi adulto, sia sempre più introdotta e parte della società, senza sentirsene ai margini. Un’esigenza, quella dell’inclusione sociale delle persone con disturbi dello spettro autistico, per la quale c’è ancora molto da fare. A partire ad esempio dalla scuola. Un segmento fondamentale, al quale l’Associazione “Il Grillo e la Coccinella A.GE.C.” rivolgerà a breve la sua attenzione con una nuova manifestazione: appuntamento fissato per sabato 20 aprile, presso la Sala Teatro Comunale “Luca Barba” a Cava de’ Tirreni, con il Convegno “Autismo & Scuola”, al quale interverranno importanti figure medico-sanitarie nel campo dell’autismo.  Illuminati di blu il Palazzo di Città Cava de’ Tirreni ha risposto “presente” alla Giornata Mondiale dell’Autismo.