Cava de’ Tirreni, parte l’operazione “Stop allo spreco d’acqua”



fisciano

Con l’operazione “Stop allo spreco d’acqua”, l’Amministrazione di Cava de’ Tirreni vuole limitare ed ottimizzare l’erogazione dell’acqua, così da combattere gli sprechi

Sedici beverini ad acqua continua sparsi per la città, con un gettito di circa 36 mila mq all’anno ed un costo per il Comune di Cava de’ Tirreni di 34.325 euro.
Con l’operazione “Stop allo spreco d’acqua” tutti le fontanine pubbliche sono state dotate di rubinetto per limitare e ottimizzare l’erogazione d’acqua.

Siamo continuamente impegnati nella buona gestione in ogni settore – afferma l’Assessore ai lavori pubblici, manutenzione, ambiente, Nunzio Senatore – oramai tutti i Comuni sono praticamente al minimo storico per quanto riguarda le risorse disponibili e dopo i continui tagli dei trasferimenti dallo Stato si reggono praticamente solo sulle tasse locali e, quando possibile, su progetti finanziati dall’Europa o attraverso mutui. Ridurre gli sprechi è stato un obiettivo sin dal primo giorno di amministrazione e lo stiamo perseguendo giorno per giorno”.

Leggi anche