Home Territorio Cava de' Tirreni Cava de' Tirreni: progetto Home Care Premium

Cava de’ Tirreni: progetto Home Care Premium

Covid-19

Italia
13,428
Totale Casi Attivi
Updated on 11 July 2020 15:37
37,889FansMi piace
702FollowerSegui
1,500FollowerSegui
250FollowerSegui
980IscrittiIscriviti

Tag

Si è svolta questa mattina, nell’Aula consiliare del comune di Cava de’Tirreni la conferenza stampa di avvio ufficiale in provincia di Salerno del progetto Home Care Premium 2013 che vede coinvolti i  Piani di Zona Ambito S1, S2, S3, S8 ed S10.

- Advertisement -

Gli Ambiti hanno, infatti, aderito all’iniziativa Home Care Premium dell’INPS Gestione Dipendenti Pubblici che finanzia progetti innovativi e sperimentali di assistenza domiciliare a persone non autosufficienti, vale a dire anziani, disabili e minori. All’incontro con la stampa hanno preso parte, per il Piano di Zona Ambito S1, il consigliere politico del presidente della provincia di Salerno ed Assessore alle Politiche Sociali del Comune di Sarno, Sebastiano Odierna; per il Piano di Zona Ambito S3 ex S5, il coordinatore dell’Ufficio di Piano, Gerardo Cardillo; per il Piano di Zona Ambito S2 il padrone di casa, nonché Sindaco del Comune di Cava de’Tirreni, ente capofila, Marco Galdi; il coordinatore dell’Ufficio di Piano Ambito S2, dott.ssa Assunta Medolla, ed il Dirigente Generale Inps gestione dipendenti pubblici – Direzione Regionale Campania-Molise, dott. Roberto Bafundi.

Tutti i rappresentanti istituzionali hanno evidenziato la grande opportunità data dal progetto Home Care Premium alle comunità locali attraverso i Piani di Zona, soprattutto in questa fase di profonda recessione economica.

Gli Ambiti coinvolti sono impegnati nelle varie fasi di avvio del Progetto con la presa in carico dei destinatari, l’accreditamento delle cooperative per l’erogazione dei servizi e l’elenco delle badanti, così da poter dare avvio alle attività nel prossimo mese di settembre.

Da parte del dirigente regionale dell’Inps, dott. Roberto Bafundi sono venute parole di elogio e di incoraggiamento ai comuni coinvolti nell’iniziativa, con particolare riferimento alla condivisione delle esperienze ed al fine comune che è quello di assicurare agli utenti un’esistenza libera e dignitosa.

LiveZon
zerottonove