Cava de’ Tirreni, ex Capitol: il Tar dà ragione al comune

Il Tar conferma le tesi sostenute dal Comune di Cava de’ Tirreni circa l’impossibilità di trasformare i locali dell’ex cinema Capitol in una avveniristica costruzione a più piani

Il Tar Campania Salerno, con ordinanza pubblicata stamattina 4 aprile, ha respinto la domanda di sospensione cautelare del provvedimento impugnato (diniego dell’istanza  di demolizione e ricostruzione dell’Ex Cinema Capitol, presentata  ai sensi dell’art. 7 bis della L.R. 19/09 e del decreto-sviluppo), riconoscendo che il parere contrario della Soprintendenza è stato reso nel rispetto della scansione temporale del procedimento di autorizzazione paesaggistica; autonoma rilevanza al precedente, concorde avviso sfavorevole già espresso dalla Commissione locale per il paesaggio con il verbale n. 29 del 30.7.2018; “la disciplina sul Piano Casa di cui alla l. r. Campania n. 19/2001, pure a seguito delle modifiche apportate dalla l. r. Campania n. 1/2012, non ha capacità derogatoria rispetto al PUT dell’Area Sorrentino-Amalfitana”; “ (..)le misure premiali previste dal citato  art. 7 bis non possono reputarsi sottratte alle esclusioni sancite dal pure citato art. 3, ivi compresa quella – ravvisabile nella specie – costituita dall’ubicazione del controverso edificio dismesso all’interno del centro storico urbano”; il progetto presentato dalla Vismas s.r.l. non risulta, poi, soddisfare univocamente gli standard urbanistici da esso indotti.”

Il Tar di Salerno – afferma il Sindaco Vincenzo Servalliha confermato le tesi sostenute dal nostro Comune, circa la impossibilità di trasformare i locali dell’ex cinema Capitol, in una avveniristica costruzione a più piani. È una vittoria importante dalla quale, mi auguro, si potrà ripartire per trovare una soluzione a questa annosa vicenda. Ringrazio l’avvocatura comunale per la significativa affermazione e per lo straordinario lavoro svolto nell’interesse della nostra città”.