Cava, coniugi incatenati al Palazzo di Città



Cava de’ Tirreni, momenti di tensione davanti al Comune, dove i coniugi Della Valle, si sono incatenati per protesta, dopo essere stati sgomberati da un appartamento a Pregiato

Cava de’ Tirreni, questa mattina, i coniugi Della Valle si sono incatenati al Comune, in segno di protesta, dopo essere stati sgomberati precedentemente dalla casa parcheggio, di via Luigi Ferrara a Pregiato. Casa che i coniugi, avevano occupato abusivamente dallo scorso marzo.

Il primo cittadino, il Sindaco dove sta? Non ha neanche il coraggio di farsi vedere? Chi comanda?”, queste le grida disperate di Anna De Simone, coniuge di Angelo Della Valle.

CavaNelle veci del Sindaco Marco Galdi, l’assessore Giaquinto, accompagnato dalle Forze dell’Ordine, che hanno provveduto a tagliare le catene, con una tenaglia. Un’impresa per niente facile, considerando che i Della Valle hanno fatto di tutto per restare incatenati.

Momentaneamente i due, risiedono presso l’abitazione della madre di lei, una situazione inaccettabile: 75 metri quadri per nove persone, di cui tre sono bambini piccoli.

Un grido di dolore che non può e non deve rimanere inascoltato. Chi di dovere, deve agire subito. La casa è un diritto!

Leggi anche