HomeCronacaCastel San Giorgio, chiusura delle scuole fino al 3 dicembre

Castel San Giorgio, chiusura delle scuole fino al 3 dicembre

Covid-19
Aggiornamenti

Italia
492,457
Totale Casi Attivi
Updated on 27 November 2022 1:30
37,889FansMi piace
702FollowerSegui
1,500FollowerSegui
250FollowerSegui
980IscrittiIscriviti

Tag
zerottonove.it

Emergenza Covid-19, nuova ordinanza del Comune di Castel San Giorgio. La sindaca Paola Lanzara chiude lo scuole fino al prossimo 3 dicembre

Nuova ordinanza di chiusura delle scuole fino al 3 dicembre prossimo su tutto il territorio comunale di Castel San Giorgio. A deciderlo, nella giornata di oggi, è stato la sindaca Paola Lanzara.

“Da quasi un anno  la nostra vita e le nostre  più semplici abitudini quotidiane hanno dovuto adeguarsi al propagarsi del Covid-19.  Ad oggi la nostra comunità vive un momento molto delicato. Mai avrei pensato in questo mandato da sindaca di Castel San Giorgio di dover lottare contro un nemico invisibile, che infonde paura, insicurezza e ansia.
Le preoccupazioni sono tante, ma bisogna decidere cosa fare in maniera chiara e puntuale, anche attraverso scelte che a volte non incontrano il favore di tutti”, ha detto la Lanzara.

La salvaguardia della salute dell’intera comunità e soprattutto dei nostri bimbi è una priorità per la sindaca. Da qui, la decisione di apporre una specifica ordinanza sulla vicenda.

“Penso che sia un dovere imprescindibile di ogni buon cittadino.  Per tale motivo, dopo essermi confrontata  con tutta la mia maggioranza e in particolare con la compagine medica, e con i sindaci delle città limitrofi e dato atto che la diffusione del virus nel nostro territorio in quest’ultimo periodo è in  aumento non posso che  rinviare l’apertura delle scuole di ogni ordine e grado presenti in città fino al 3 dicembre prossimo tramite un’apposita ordinanza – ha concluso la Lanzara – Sono sicura, visti i messaggi,  e le telefonate ricevute in questi ultimi giorni da tanti genitori preoccupati, che tale soluzione sia al momento la migliore. Confido nel massimo senso di responsabilità e spirito di collaborazione da parte di tutti. La salute dei nostri figli viene prima di tutto”.