Cadavere ritrovato a Campolongo da un ciclista

Ciclista ritrova il cadavere di un senzatetto rumeno di 53 anni a Campolongo: nel polso aveva un ago da flebo

Intorno alle 15 di ieri pomeriggio, lungo la strada di Campolongo (Eboli), un ciclista di passaggio ha ritrovato il cadavere di un uomo di 53 anni.

L’uomo, Mateiu Puiu-Aurel di orgini rumene, era già noto alle forze dell’ordine come un senzatetto, spesso in giro nella zona di Marina di Eboli.

Il ciclista di passaggio durante il tragitto si è accorto del corpo accasciato sulla strada e, dopo averlo scosso, si è reso conto che non c’era più nulla da fare.

Secondo le indagini preliminari effettuate sul cadavere, il giorno del decesso risalirebbe a tre giorni prima del ritrovamento, presumibilmente per un malore improvviso, non avendo riscontrato segni di violenza.

A insospettire gli agenti e a rendere necessaria un’indagine, è la presenza di un ago da flebo nel polso della vittima. Da una prima ricostruzione sembrerebbe che la vittima si sia allontanata da un ospedale della zona, per poi essere colpito da un infarto fulminante che ne ha causato la morte improvvisa.

Seguiranno ulteriori indagini per avere un quadro più chiaro della vicenda.