BSC, il fashion diversamente abile a Salerno

Si è svolta ieri a palazzo di città la sfilata Bellezza Senza Confini, BSC, organizzato da Francesca Ragone, che ha visto sfilare insieme modelle diversamente abili e normodotate

 Salerno, palazzo di città. Si è tenuta ieri, giovedì 10 dicembre, Bellezza Senza Confini, BSC, l’evento-sfilata no profit, organizzato da Beyoute, alias Francesca Ragone, look-maker e fondatrice del marchio.

L’iniziativa ha riscosso un grande successo di pubblico, i salernitani, infatti hanno letteralmente affollato la sala. Gli ospiti hanno avuto l’opportunità di assistere a un “esperimento sociale” ancora troppo poco praticato. Hanno potuto emozionarsi, incanalando e al tempo stesso contribuendo allo stato d’animo generale della serata. Ma hanno soprattutto avuto l’occasione di avvicinarsi al tema dell’uguaglianza degli individui. In particolare la disabilità se esorcizzata può divenire un punto di forza.

Per la Dott.sa Grazia Imparato, consulente del progetto BSC, quando si organizza un evento del genere sono tante le dinamiche da tenere in considerazione. Il corpo rappresenta il primo strumento di conoscenza, dunque è importante essere guardati e guardare. Dallo sguardo, infatti, scaturiscono le emozioni. È proprio lo sguardo, spesso pietistico, nei riguardi di persone diversamente abili, a veicolare pregiudizi.

Per Luigi Barnabò, Vicepresidente della commissione Politiche Sociali del Comune di Salerno, il patrocinio all’evento rappresenta il voler affermare ancora una volta la vicinanza delle istituzioni alle esigenze delle politiche sociali. Il messaggio è chiaro: anche nel mondo del fashion dove il must è apparire, si può essere.

bsc
BSC – Francesca Ragone con alcune delle modelle

Prima della passerella delle modelle l’Associazione Croce del Sud ha proposto per BSC uno spettacolo live trasformando il Salone dei Marmi nella location per il musical Jesus Christ Super Star, al quale hanno partecipato alcuni ragazzi dell’Associazione il Villaggio di Esteban.

Successivamente è toccato alle modelle e ai modelli, e in particolare alle vere protagoniste di BSC Angela Avallone, Angela Cuofano e Benedetta De Luca, intrattenere gli ospiti con la sfilata di abiti da sposa di Pinella Passaro. La performance di moda è stata accompagnata dalle scenografie di Luigia Bressan.

All’artista è toccato l’arduo compito di portare la bellezza a pura espressione, lontana dai confini dei pregiudizi e delle barriere mentali. Bressan ha costruito attorno alle modelle (tutte) delle creazioni di carta pesta le quali rappresentano l’evoluzione femminile nel tempo. Ha inoltre fatto sì, attraverso le sue creazioni, che le sedie a rotelle delle modelle diversamente abili diventassero un tutt’uno con la modella stessa, celando gli elementi della diversità.