Blitz a Baronissi, multe per discariche in strada



Baronissi: Blitz di Polizia Municipale e Sindaco a Saragnano. Multe per conferimento rifiuti in strada

Blitz del sindaco Gianfranco Valiante e degli agenti della Polizia Municipale in via Bixio a Saragnano, per via di una vera e propria discarica di rifiuti, nell’area sottostante il parco giochi. Uno scempio di opere pubbliche ed un assente senso civico cittadino.

I vigili hanno identificato i proprietari dei rifiuti abbandonati a bordo strada, ai quali verranno notificate multe salate.

Si tratta di C.R. del ’75, C.G. del ’70 e di S.T.

Per individuare i responsabili, sono state aperte ed ispezionate le buste contenenti rifiuti di varia natura. I vigili hanno ritrovato bollette dell’energia elettrica, fotografie, quaderni scolastici di appunti con tanto di indirizzi di residenza.

Individuati in maniera inequivocabile i responsabili.

Da oggi, intanto, è operativo il sistema di videosorveglianza della zona, con varie postazioni collegate al comando di Polizia Municipale. “Continueremo a setacciare e a scovare sacche di illegalità e inciviltà in tutta la città – sottolinea il sindaco Valiantepochi giorni fa abbiamo ricevuto un premio importante per l’elevata percentuale di raccolta differenziata e pochi incivili non infangheranno il nome della nostra città. Proseguiremo nell’azione di contrasto al fenomeno dell’abbandono dei rifiuti attraverso controlli serrati lungo tutto il territorio comunale”.

blitz
Parco giochi chiuso

Intanto, il sindaco ha disposto, per motivi di sicurezza, la chiusura del parco giochi di Saragnano. Vandali avevano distrutto nelle scorse settimane altalene, scivoli e scale. Il parco così ridotto rappresentava un pericolo per i bambini che frequentavano la struttura.

“Per colpa di qualche vandalo – spiega Valianteadesso tanti bambini non potranno più frequentare le giostrine. I danni arrecati al parco sono un’offesa per tutta la città. E’ inaccettabile che gli sforzi profusi da questa amministrazione in favore dei più piccoli vengano vanificati da inqualificabili gesti come quello accaduto a Saragnano”.

Leggi anche