Biennale di Salerno: premiazione della prima edizione



Biennale di Salerno a Palazzo Fruscione, ecco la premiazione della prima edizione. Maraio: “Culla di pulsioni artistiche”

Il Palazzo Fruscione ci ha fatto da culla nell’esperienza della prima Biennale di Salerno, una culla in cui sono nate e cresciute le pulsioni artistiche della nostra città”. Con queste parole, l’Assessore al Turismo di Salerno, Enzo Maraio, ha dato il via alla premiazione della prima edizione della Biennale d’arte contemporanea di Salerno.

biennale di salerno
Angelo Calabrese, Luis Gramet, Olga Marciano, Giuseppe Gorga

La lunga e intensa premiazione, iniziata alle 17.00, è stata presieduta dagli ideatori Olga Marciano, Presidente di Salerno in arte, Giuseppe Gorga, Vice Presidente di Salerno in arte e dal critico Angelo Calabrese.

Da giovanissimi a veterani dell’arte, da salernitani ad artisti provenienti da tutto il mondo, sono stati poco meno di una trentina a sfilare sul tappeto rosso e ricevere gli ambiti premi. Tutti originali, tutti diversi, ma uniti dalla passione per l’arte e dalla voglia di mettersi in gioc0.

“La parola ‘desiderio’ chiarisce le caratteristiche dei creativiha spiegato il Professor Angelo CalabreseI creativi non devono essere intesi come creatori, ma come coloro che non riescono a non comunicare al mondo ciò che hanno appreso”.

Qui in questi giorni è nato qualcosaha continuato Calabreseil progetto è stato proiettato in un tempo difficile. I tempi difficili sono quelli, però, che ancora di più tendono a farci guardare al futuro con speranza. Torniamo di nuovo a guardarci. Torniamo individui.

L’intervento del celebre critico d’arte è stato accolto dal pubblico con grande commozione, come una classe che ascolta l’ennesima lezione di vita di un saggio professore. Calabrese ha infatti, rivelato in poche, ma intense parole, ciò che ha spinto decine e decine di artisti provenienti da ambienti diversi a rispondere a questa ‘Chiamata alle arti’: la voglia di comunicare.

Le parole degli artisti, espresse in modi e con tecniche diverse, hanno colpito il cuore e l’occhio del pubblico Salernitano al punto da ottenere il prolungamento dell’esposizione prevista dalle Biennale di Salerno fino al 10 gennaio. 

Giovanni Maglione, primo premio sezione Design-scultura-installazione astratto

Abbiamo chiesto il rinvio della chiusura della mostraha concluso l’Assessore Maraioperché gli artisti della Biennale di Salerno hanno colpito la nostra attenzione. Hanno vinto la sfida di riportare nel mezzogiorno la cultura e l’arte.”

Andrea Selpetre, primo premio sezione Videoart

Leggi anche