Benvenuti al Sud…Terra di RiGenerAzioni



“Rimettere al centro l’uomo, il suo lavoro, la sua storia ed il territorio, significa rilanciare il Futuro delle nuove generazioni. Significa produrre economia civile, che si traduce in un approccio culturale di un nuovo modo d’intendere il mercato e lo sviluppo di un Paese, partendo dalla valorizzazione dei beni comuni”:con questa parole il presidente provinciale delle ACLI Gianluca Mastrovito ha definito  la filosofia che ispira il progetto che tra qualche giorno partirà nel Comune di Giungano, grazie al fecondo partenariato instaurato tra Regione Campania (Settore Formazione), l’Ente Comune ed il Circolo Acli San Giuseppe.

Usi,tradizioni e costumi locali ,ovvero il patrimonio della memoria storica per creare sviluppo e rilanciare il futuro , realizzando una rete tra giovani ed anziani :questo è l’ iniziativa che nasce raccogliendo la significativa esperienza promossa qualche mese fa, nello stesso territorio, dalla Segreteria provinciale della FAP ACLI (Federazione Anziani e Pensionati) tesa a promuovere percorsi di valorizzazione delle competenze per contrastare condizioni di povertà ed esclusione sociale di anziani e pensionati.

Una scelta,quella di Giungano non casuale ,visto che proprio in questo paese, l’attenzione, la cura e la promozione delle culture e delle tradizioni sono  più che mai vive.

Nel ridente centro del Cilento, giovani e giovani-adulti (over 60) saranno coinvolti nelle attività che mirano a riportare in vita usi, tradizioni ed antichi mestieri, valorizzabili come elementi di sviluppo del territorio e delle economie locali, permettendo  una felice interazione tra i depositari delle competenze e della memoria ed i giovani del territorio, coinvolgendoli in laboratori, che  si terranno nei giorni di martedì e giovedì dalle 15.00 alle 17.00 e che non si fermeranno alla mera rievocazione ma piuttosto al trapasso delle nozioni.

“Un Paese capace di custodire la propria memoria storica, è destinato ad avere Futuro” – ha dichiarato  il Presidente delle ACLI, Gianluca Mastrovito commentando la bella iniziativa progettuale che interesserà il territorio in cui il tempo sembra essersi fermato, “dove parafrasando un noto film “…quando un forestiero viene al Sud piange due volte, quando arriva e quando parte”, a ribadire la bellezza di una terra accogliente, generosa e capace di affascinare per le bellezze paesaggistiche”

Leggi anche