HomeTerritorioBattipagliaOspedale di Battipaglia, la Sindaca: "Consiglio approvi con urgenza mozione"

Ospedale di Battipaglia, la Sindaca: “Consiglio approvi con urgenza mozione”

Covid-19
Aggiornamenti

Italia
441,944
Totale Casi Attivi
Updated on 1 October 2022 14:08
37,889FansMi piace
702FollowerSegui
1,500FollowerSegui
250FollowerSegui
980IscrittiIscriviti

Tag
zerottonove.it

Battipaglia, Sindaca Cecilia Francese: “Occorre che il Consiglio Comunale di a atti forti e netti”

“Occorre che il Consiglio Comunale approvi con urgenza la mozione a tutela dell’Ospedale di Battipaglia. La situazione nella quale è stato, colpevolmente, trascinato il presidio sanitario della nostra città, ed in particolare lo stato drammatico del reparto di Ostetricia che ha visto in questi giorni il direttore di quella UOC lanciare appelli disperati, richiede al Consiglio Comunale cittadino di assumere atti forti e netti sulla vicenda”- questo l’appello lanciato dalla Sindaca.

“La prima tappa è sicuramente rappresentata dalla approvazione della mozione presentata e già posta già all’ordine del giorno del Consiglio Comunale del 16 giugno scorso. Un atteggiamento non certo adeguato alla gravità di questo tema, tenuto dalla minoranza in quel Consiglio, ha impedito che se ne discutesse. Il Consiglio, di conseguenza, è stato aggiornato a lunedì 20 giugno. L’auspicio è che l’assemblea consiliare tutta, al di là delle posizioni politiche, delle facili strumentalizzazioni o degli ordini di scuderia, trovi la forza e la capacità di unirsi in questa battaglia che riguarda non solo la città di Battipaglia, ma tutta una area che gravita sul nostro Ospedale. Lanciando, così, un segnale inequivocabile a chi assume decisioni che ledono il diritto alla salute dei battipagliesi.

I cittadini, gli operatori sanitari, chiedono al Consiglio Comunale di riassumere a pieno il suo ruolo di massimo organo politico e di governo cittadino per tutelare il nostro presidio ospedaliero. L’appuntamento per tutti i cittadini di Battipaglia è fissato per lunedì 20 giugno alle ore 20. Da lì si parte per mettere in campo una vera e propria vertenza”.