Battipaglia, la risposta dell’amministrazione per le intimidazioni al capo staff Esposito



Adriana Esposito

Nei giorni scorsi sono stati compiuti alcuni atti intimidatori nei confronti della capo staff Esposito. Sono intervenuti sindaca Francese e giunta comunale

I gravissimi episodi di cui è stata oggetto la dottoressa Adriana Esposito, capo staff della sindaca Cecilia Francese sono di una gravità unica, qualunque sia la loro natura. Atti che vanno stigmatizzati sia che si tratti di ipotesi di stalking che coinvolge la vita privata, sia che si tratti di intimidazioni rispetto all’attività lavorativa. Se ci trovassimo di fronte ad uno squallido fenomeno di stalking si riproporrebbe in maniera forte la problematica dell’autonomia e della parità della donna nelle sue scelte di vita private e pubbliche“.

Così esordisce il comunicato controfirmato dalla Sindaca Cecilia Francese all’indomani della storia che vede al centro Carlo Zara e la capo staff Esposito vittima di stalking.

Nessuno può arrogarsi il diritto di trasformare la vita di una donna in un incubo perché non si condividono quelle scelte. Queste forme di violenza psicologica vanno stigmatizzate e condannate con forza. Qualora si tratti di episodi legati all’attività lavorativa che la dottoressa svolge, in qualità di capo staff della sindaca Francese, con grande fermezza si leva il grido di questa amministrazione di protesta e la volontà di non subire in silenzio atti del genere. Se qualcuno pensa di intimidire questa coalizione e questa maggioranza sbaglia clamorosamente.

Leggi anche