HomeTerritorioBattipagliaBattipaglia, si è dimesso Assessore all'Urbanistica Lambiase

Battipaglia, si è dimesso Assessore all’Urbanistica Lambiase

Covid-19
Aggiornamenti

Italia
754,988
Totale Casi Attivi
Updated on 27 May 2022 13:30
37,889FansMi piace
702FollowerSegui
1,500FollowerSegui
250FollowerSegui
980IscrittiIscriviti

Tag
zerottonove.it

L’assessore all’Urbanistica del Comune di Battipaglia, Gianpaolo Lambiase, ha rassegnato questa mattina le proprie dimissioni

L’assessore all’Urbanistica Gianpaolo Lambiase ha rassegnato le proprie dimissioni dall’incarico. L’ufficialità è avvenuta questa mattina con la protocollazione della mail con la quale, lo scorso 26 aprile 2022, aveva annunciato la sua intenzione di lasciare l’incarico conferitogli dalla sindaca Cecilia Francese. La mail è indirizzata alla prima cittadina e alla segretaria generale Clara Curto.

«Ill.ma Sindaca Cecilia Francese, nei prossimi giorni non potrò assicurare la mia presenza costante al Comune, come nei mesi passati – si legge nella mail di dimissioni dell’assessore -, presenza necessaria, che mi ha consentito un rapporto diretto con gli uffici, utile ad elaborare “programmi” e la documentazione amministrativa, relativi alle numerose deleghe assessoriali a me affidate. Ti ringrazio per la fiducia che hai riposto nella mia persona. Ritengo però opportuno, per non rallentare l’azione dell‘Amministrazione Comunale, abbandonare gli incarichi a me affidati e dimettermi dalla carica di Assessore della Giunta Comunale di Battipaglia. Oltre a ringraziare te, ringrazio la dottoressa Curto, i colleghi Assessori ed i vari impiegati comunali con i quali ho avuto l’onore di collaborare».

Le dimissioni sono state “congelate” dalla Sindaca lo scorso 26 aprile in attesa di un ripensamento dell’assessore Gianpaolo Lambiase. Ripensamento che non è avvenuto.

«Ringrazio Gianpaolo Lambiase per il suo prezioso contributo che ha riservato all’amministrazione comunale quale assessore all’urbanistica. Purtroppo ha deciso di lasciare per questioni personali. Già il 26 aprile si era espresso in merito inviandomi le dimissioni. Ho sperato potesse cambiare idea.  Ora si procederà, in tempi rapidi, alla nomina di un valido sostituto per un ruolo così delicato, anzi cruciale per la nostra città. L’approvazione del nuovo Puc è dietro l’angolo».