Bimbo di due anni rischia di annegare: ricoverato in gravi condizioni a Battipaglia

Il bimbo di due anni è stato trasportato con emergenza all’ospedale “Santa Maria della Speranza” di Battipaglia: gravi le sue condizioni

È ricoverato in gravi condizioni a Battipaglia il bimbo che ieri, lungo le spiagge di Castel Volturno, ha rischiato di annegare, trascinato dalla forte corrente mentre faceva il bagno a mare.

Secondo quanto rivelato da Salernotoday, scattato l’allarme, con immediatezza i bagnanti e il personale del lido si sono adoperati per salvarlo. Il bambino è stato estratto dall’acqua privo di sensi, avendone ingerita molta e date le gravi condizioni di salute è stato trasportato presso l’ospedale “Santa Maria della Speranza” di Battipaglia. Il piccolo è attualmente ricoverato nel reparto pediatrico di rianimazione, dove lotta tra la vita e la morte.  Disperati i familiari che erano con lui al momento dell’annegamento.

adnow
loading...

CONDIVIDI
Articolo precedenteBattipaglia, in consegna i pacchi alimentari di luglio e agosto
Prossimo articoloEboli, rapina ai danni di un’anziana: aggredita e derubata

Classe 1993, Laureata con lode in Lettere moderne presso l’Università degli Studi di Salerno, discutendo una tesi dal titolo “Aspetti dello sperimentalismo ovidiano: ars amatoria e remedia amoris”. Attualmente impegnata nel corso di laurea magistrale in Filologia moderna. «M’abbandono all’adorabile viaggio: leggere, vivere dove guidano le parole», afferma Paul Valery e allo stesso modo, appassionata di lettura e di scrittura, credo fermamente nell’importanza e nella capacità persuasiva delle parole. Scrivere, per me, significa condividere: partecipare insieme, offrire del proprio ad altri, un’esperienza che affratella e, se vissuta da più punti di vista, più ricca, fertile di discernimento, di emozione comunicante, tutto ciò che la collaborazione con il team di Zerottonove, sono sicura, mi donerà. Propositiva, caparbia, sono attratta dalla possibilità di arricchire sempre più il mio bagaglio culturale, abbracciando qualsiasi esperienza che, nei limiti del possibile, si presenti, mai rinunciando a priori, perché ogni esperienza potrebbe essere un’occasione di svolta.