Baronissi, il coiffeur Geppino va in pensione dopo cinquant’anni

baronissi

Baronissi, chiude un’altra storica attività a Baronissi: dopo cinquant’anni di attività va in pensione lo storico barbiere Geppino

Cinquant’anni di attività, di chiacchiere e di vita quotidiana. Geppino Ricciardi e la sua attività erano diventati sul territorio punto di riferimento di quella vita quotidiana che a Baronissi, di solito, scorre via tranquilla.

Ebbene dopo quasi 46 anni di attività passata all’interno della sua attività, all’età di 66 anni, Geppino Ricciardi ha deciso di godersi la pensione.

“Il tempo è volato – dice a La Città – dal quel 16 aprile del 1973. È cambiato tutto, era un’altra Baronissi, un piccolo paese. Iniziai a fare il parrucchiere e poi passai a fare il barbiere. Si lavorava soprattutto il sabato e la domenica. L’ultima domenica che sono stato aperto fu il 23 novembre dell’80. Da allora, dopo il terribile terremoto, la domenica siamo sempre stati chiusi”.

Nel giorno del pensionamento il pensiero di Geppino non può che posarsi sul suo “maestro” Antonio Siniscalchi detto “zinana”: “Erano altri tempi, imparare un mestiere era fondamentale, dovevamo portare i soldi a casa presto, fin da ragazzi. Ma, ripeto, erano altri tempi”.

Con la chiusura del coiffeur “Geppino” sarà difficile per clienti, amici e passanti non ritrovasi più in Via Ferrovia a pochi metri della stazione di Baronissi. Ma sicuramente con la pizzeria del figlio nei paraggi Geppino non mancherà con la sua solita battuta pronta e con la sua presenza che tanto ha dato alla comunità di Baronissi