Home Attualità Baronissi celebra i venti anni di raccolta differenziata

Baronissi celebra i venti anni di raccolta differenziata

Covid-19
Aggiornamenti

Italia
535,524
Totale Casi Attivi
Updated on 20 January 2021 9:40
37,889FansMi piace
702FollowerSegui
1,500FollowerSegui
250FollowerSegui
980IscrittiIscriviti

Tag
zerottonove.it

Dallo 0,68% del 2000 al boom di oggi: Baronissi festeggia il ventennale della raccolta differenziata

Baronissi festeggia il ventennale della raccolta differenziata, istituita con ordinanza n.13 il 15 gennaio 2001, dopo una breve sperimentazione nella frazione Orignano qualche mese prima.

Da allora la crescita è stata esponenziale, dallo 0.98% dell’anno 2000 all’83% del 2020. L’amministrazione comunale, in ottemperanza all’allora Decreto Ronchi, approntò con l’ufficio tecnico un progetto di sistema “porta a porta” per quei tempi innovativo, soprattutto in un contesto di emergenza come quello di allora in cui le discariche erano sature e in Campania i cumuli di rifiuti inondavano le strade.

La raccolta fino al 2000 avveniva con il prelievo dell’indifferenziato dai cassonetti di diverso colore ubicati lungo le strade, con scarsi risultati in termini di decoro urbano. La successiva chiusura delle discariche, costrinse il Comune, per evitare accumuli di immondizia nelle strade e fronteggiare la grave situazione di emergenza, ad attivare il sistema di raccolta “porta a porta”.

Fu anche creato un deposito di trasferenza dei rifiuti indifferenziati nel parcheggio ubicato in via Conforti (antistante il cimitero comunale). Nel tempo il servizio è andato migliorando con il boom degli ultimi anni e una crescita dal 67,20% del 2011 all’83% di oggi.

“Il 2015 è stato l’anno della nuova svolta – ricorda il sindaco Gianfranco Valianteabbiamo affidato al settore ambiente l’obiettivo di sfondare il muro dell’80% di raccolta differenziata e ci siamo riusciti, segno di una buona progettualità che ha migliorato ancor di più il sistema nel suo complesso. L’ultimo anno ha segnato il record per Baronissi che è stato dichiarato Comune Rifiuti Free e primo nel sud Italia per differenziata”.

“A più riprese, per anni ho seguito il percorso di raccolta differenziata a Baronissi – sottolinea l’assessore all’ambiente Alfonso Farinal’impegno è e continuerà ad essere il perfezionamento di un sistema che è leader in Italia e che può ancora essere migliorato. La soddisfazione maggiore è quella di avere una città dal profilo europeo, nonostante poche sacche di inciviltà che quotidianamente combattiamo anzitutto attraverso un sistema di telecamere mobili che sta dando risultati molto efficaci. Un grazie agli uffici che lavorano con passione da anni e ai cittadini che hanno contribuito al risultato”.

“Un ulteriore passo avanti riguarda il Piano comunale del Verde urbano – annuncia la presidente della commissione ambiente, Mariachiara Barrellaimportante per la gestione e lo sviluppo urbanistico che presto sarà portato in Consiglio”.

Il Comune di Baronissi vanta numerosi primati tra cui l’efficienza dell’isola ecologica e, nel 2020, il primato di comune oltre i 15mila abitanti leader nel centro – sud Italia per percentuale di differenziata.