Baronissi, ritardi nell’approvazione del Piano Urbanistico Comunale



baronissi sport festival

Durante il Consiglio Comunale svoltosi stamane a Palazzo Città, sono stati riportati rallentamenti nell’approvazione del Piano Urbanistico Comunale proposta dalla giunta Valiante

Si è discusso stamane durante il Consiglio Comunale di Baronissi l’approvazione del Puc.

Si è proceduto alla votazione dei 7/8 del Puc tranne per l’approvazione di due modifiche che sono state rimandate al parere della Giunta con relativa modifica delle tavole e per Dicembre ripasserà in Consiglio.

 

Dopo le dichiarazioni del relatore del PUC, del sindaco di Baronissi Valiante e l’uscita dall’aula della minoranza in diretto segno di protesta, a prendere la parola è stato l’assessore all’urbanistica di Baronissi Luca Galdi che ha commentato il PUC in modo dettagliato: “Nella redazione del Piano Urbanistico Comuale sono state individuate numerose criticità, sottolineate anche dal PTR (Piano Territoriale Regionale) e PTCP (Piano Territoriale di Coordinamento Provinciale) e a cui ci siamo attenuti. Il PTCP, infatti, delinea delle linee specifiche, sia di sviluppo, che di di tutela dell’ambiente. Gli obiettivi che ci siamo posti, inoltre, sono quelli tesi a individuare un collegamento con il Campus universitario e un polo scolastico. Su quest’ultimo tema, per non perdere iscritti, dopo tanti incontri, si è risolta la questione trasporti a Saragnano con da prevedere un’unica struttura scolastica.”

Il PTCP prevedere una priorità destinata agli immobili inutilizzati, a lavori di riqualificazione, ristrutturazioni varie e edificazioni in linea di continuità. Ciò che importa evidenziare è che stato dato spazio ampio spazio alla partecipazione del pubblico. Sono stati ascoltati gli operatori commerciali, i cittadini, abbiamo sentito consigli e problematiche, abbiamo ascoltato i vecchi proprietari del PRG. E in merito a queste considerazioni sono stati individuati 280 alloggi, di cui 30 impropri, 30 per disagio abitativo, 210 per sovraffollati: una decisione di matrice provinciale. A questi vanno aggiunti gli alloggi destinati alla “città della medicina”. 

L’assessore ha poi continuato in maniera più specifica: “Sono previsti interventi di bonifica a Caprecano, di salvaguardia a Monticelli, abbiamo previsto, inoltre, un parco nelle vicinanze della parrocchia Santissimo Salvatore. Fondamentale è il ripristino di edifici dismessi con un sistema di perequazione. Compreso nel medesimo PUC, è la gestione del Parco dell’Irno, il tratto di via Berlinguer, tra via Aldo Moro e via San Andrea. Ancora riqualificazione nella frazione di Antessano e Saragnano. Baronissi necessita, in aggiunta, di un rilancio a livello commerciale e di una concreta partecipazione per rivitalizzare il centro storico.”

Parole di apprezzamento sia dall’opposizione con la sola presenza di Tony Siniscalco: “questo PUC ha tenuto conto di tante criticità e non può non trovarmi d’accordo.”

Opinione favorevole dimostrata anche dal consigliere De Simone che, inoltre, critica l’atteggiamento dell’opposizione: “Non è giustificabile abbandonare l’aula, non si dimostra sufficiente trasparenza quando si parla di una cosa così importante.”

Ha poi preso la parola il sindaco Gianfranco Valiante: “Questo PUC è da inquadrarlo nell’azione politica portata avanti da questa amministrazione. Il nostro lavoro è stato riconosciuto dai cittadini, c’è stato un concreto lavoro di mediazione con il pubblico, dall’area commerciale a quella istituzionale. Tuttavia, quando si abbandona l’aula e non si ritiene utile la discussione si pecca di trasparenza. Noi accettiamo anche le critiche, ma con i fatti.”

Successivamente è stato messo ad approvazione. È stato il consigliere De Simone ad aver proposto la modifica del PUC per due punti, affermando di non avere avuto le rassicurazioni adeguate dall’assessore Galdi. L’emendamento è stato controfirmato da altri 7 consiglieri. Pertanto, il PUC è stato approvato per gran parte, esclusi i suddetti due punti.

Valiante ha concluso l’assise: “Ringrazio i colleghi consiglieri per l’emendamento proposto, nonostante le rassicurazioni date dagli esperti di ufficio e dall’assessore Galdi. Tuttavia, noi non ci prendiamo le responsabilità di accadimenti come quelli che i consiglieri De Simone e Cosimato hanno supposto. Noi siamo quelli che dobbiamo servire la città. È un messaggio che vogliamo dare: non facciamo le cose superficialmente.”

Attualmente sono in fase di svolgimento le conferenze stampa di minoranza e maggioranza.

Seguiranno ulteriori aggiornamenti.

Leggi anche