Cavese, la conferenza di Campilongo: “Rimaneggiati ma ce la giocheremo”



Cavese, Campilongo
Foto: Zerottonove.it | Vietata la riproduzione

Vigilia di Avellino-Cavese per Sasà Campilongo: “Sarà una partita tosta e difficile, ma siamo incerottati. Loro sono una grande squadra”

Sasà Campilongo cerca il riscatto e così anche la sua Cavese: i metelliani sono attesi dall’importante match del “Partenio-Lombardi” di Avellino contro la squadra allenata da Eziolino Capuano.

Queste le parole del tecnico alla vigilia del match: “Rispetto a domenica scorsa vorrei vedere più incisività della squadra, finalizzazione e tiri in porta. Contro il Catania non meritavamo di perdere perché avevamo fatto un buon primo tempo, poi le scelte arbitrali ci hanno condizionato nella gestione del secondo tempo, meritavamo almeno il pareggio. Domani sono contento che avremo gli ultras al nostro fianco e questo sarà importante per noi”.

Sulla squadra: “Abbiamo lavorato bene anche perché questa partita sarà tosta e difficile, è un derby e ci presentiamo incerottati. Ma questo non deve essere un nostro alibi, non sono abituato a piangere come fa qualche collega quando gli manca qualche giocatore oppure per quanto riguarda alcune decisioni, si piange continuamente ed io non l’ho fatto neanche dopo domenica dove abbiamo avuto un arbitro che non era in giornata, ma non mi sono lamentato e ho pensato alla mia squadra.

Sull’avversario: “Nonostante alcuni problemi societari, l’Avellino sta affrontando un momento di difficoltà su questo punto di vista, ma in campo sono sicuramente un’ottima squadra e nel mercato di gennaio si sono rinforzati molto. Ci sono molti giocatori bravi, ma dobbiamo essere bravi noi a giocarci la partita con le nostre armi, cercando di palleggiare ed essere più incisivi. Sarà una partita difficilissima ma faremo del nostro meglio. Sandomenico? Un buon giocatore ma qui non è riuscito ad esprimersi come voleva, forse anche per colpa mia ma è arrivato a Cava in condizione precaria e successivamente ho fatto delle scelte. Spero che faccia bene all’Avellino, ma magari non domani”.

Sui problemi in difesa: “Non abbiamo Rocchi, Favasuli e Marzorati, ma non penso al fatto che ci saranno praticamente solo ‘under’ lì dietro. Questo è un problema relativo, ci siamo abituati ormai. Sono giovani e molto affidabili, non c’è bisogno di fasciarci la testa, vedremo in campo di che pasta sono fatti, spero facciano una grande prestazione. Poi dipende dal contesto, dal come sanno leggere la partita ed altri fattori ma sono tranquillo”.

Su Cernaz, mister Campilongo si è espresso così: “È un giocatore che è cresciuto molto. Fino ad ora l’ho tenuto riservato, non l’ho fatto mai giocare perché è arrivato dall’Argentina in condizioni non ottimali e dunque non ho voluto rischiarlo. Adesso che la condizione è migliorata, sicuramente ci sarà molto utile in questa circostanza, specie domani che siamo rimaneggiati.

Leggi anche