Al via la IX edizione delle Baronissiadi: “Lo sport è rispetto”



baronissiadi

Si è tenuta ieri mattina la conferenza stampa dell’associazione “ASD Baronissiadi 2011” durante la quale è stata presentata la IX edizione delle oramai note Baronissiadi

Quanto segue è il testo integrale del comunicato stampa diramato dall’associazione “ASD Baronissi 2011”.

L’evento sportivo su strada tra i più famosi d’Italia quest’anno si terrà dal 29 agosto al 1 settembre presso il Campus Universitario di Salerno, sito in Baronissi, Via S. Allende,  in collaborazione con l’associazione universitaria “ASP” e il “C.U.S”, l’Associazione “Progetto Baronissi”, il “Centro d’ascolto San Francesco” la ASD Polisportiva Baronissi 2010 e la “ASD Caposaragnano”.

Tra i partener patrocinanti l’evento il Comune di Pellezzano, Fisciano e Calvanico.

Riconoscimento importante a livello nazionale, anche per questa IX edizione della Kermesse è pervenuto dal presidente Malagò che ha concesso il patrocinio nazionale del Coni, con una lettera in cui augura di rinnovare successo e partecipazione alle Baronissiadi.

Un particolare ringraziamento al Magnifico Rettore Aurelio Tommasetti, che ha saputo cogliere l’essenza delle Baronissaidi, ospitando l’evento sportivo subito dopo le Universiadi. La sensibilità degli organizzatori ha previsto anche per quest’ anno attività per i diversamente abili.

Oltre ai numerosi giochi di sempre moltissime le novità e le sorprese che verranno svelate durante la cerimonia di apertura.

Le Baronissiadi, sin dalla loro nascita, hanno sempre avuto come scopo la sana competizione tra i giovani, insegnando loro che lo sport è rispetto, educazione e formazione. Tutti elementi importanti per la crescita e lo sviluppo dei nostri ragazzi che si accingono ad essere il futuro del nostro domani. I partecipanti si troveranno a vivere un evento ricreativo ed esperienziale per 4 giorni, dove sarà possibile praticare gli sport più vari e particolari, all’insegna della sana competizione sportiva, organizzata con la formula dei mini tornei. Contemporaneamente presso il Villaggio sarà possibile assistere ad esibizione di danza, arti marziali, band musicali e gruppi teatrali, per terminare la sera con i dj set e le esibizioni di gruppi musicali emergenti.

Quest’anno le Baronissiadi saranno ancor più ricche grazie all’evento nell’evento: infatti l’VIII edizione delle Chiavi della Città, quest’anno si svolgerà all’interno delle Baronissiadi.

La squadra della frazione di Caposaragnano, vincitrice dell’ultima edizione, sfiderà le squadre delle altre frazioni che già si stanno registrando per la partecipazione.

L’ingresso al Villaggio dello sport, come ogni anno, sarà completamente gratuito grazie agli sponsor ed ai partner che ci affiancano e soprattutto ai tanti ragazzi volontari che si impegnano per l’organizzazione e la migliore realizzazione dell’evento.

Nonostante la grande riuscita e l’enorme attesa come ogni anno da parte di tutti i cittadini di Baronissi, abbiamo dovuto registrare l’assenza del Comune Baronissi, che inspiegabilmente si sta prodigando per l’organizzazione di un evento fotocopia, successivo alle Baronissiadi e che ha condotto l’amministrazione a negare la concessione dell’area mercatale in cui da sempre si è svolto l’evento, celandosi dietro omesse o tardive risposte, nonostante la tempestività delle richieste protocollate da parte dell’Associazione ASD Baronissiadi. Tale comportamento ha “costretto” gli organizzatori, dopo uno scambio di missive, a ritirare la richiesta di patrocinio.

Probabilmente qualcuno non ha ancora compreso che la campagna elettorale è terminata e l’amministrazione deve tenere conto delle esigenze e volontà del territorio e di tutti i cittadini, eliminando sprechi e accogliendo di buon grado iniziative gratuite e lodevoli, riconosciute come tali da tutti, che oramai sono parte della storia di Baronissi.

Fondi pubblici ed energie potrebbero essere spese in miglior modo, considerate le numerose criticità locali. Auspicabile, nonché risolutivo, potrebbe essere un intervento del Sindaco volto a sopperire l’insipienza amministrativa del suo Assessore allo sport.

Ad ogni modo, il nostro augurio è che per il futuro si possano organizzare eventi in un  clima di collaborazione e rispetto.

Leggi anche