23 ° TORNEO INTERNAZIONALE CITTA’ CAVA DE’ TIRRENI (SA) CATEGORIA GIOVANISSIMI TROFEO GINO AVELLA.

Alla A.S.G. NOCERINA  il trofeo AVELLA battendo in finale La Juve Stabia per 2 a 0.

 Stadio “Lamberti” di Cava dè Tirreni: ore 17.00, del 09 giugno 2012.

 

 

JUVE STABIA: Salsano, Padovano (25° 2t Pezzella), Rizzo, Borriello, Ioio, Maddaloni, Buondonno (16° 2t Fiorentino), Viscusi (16° 2t Esposito), Pagano, Coppola (20° 2t Granato), e  Piacente (1° 2t Soria).

In panchina: Abagnale Alessandro e Sentiero Antonio.  All. Chiaiese Rosario.

 

NOCERINA: Patella, Faiello, Piacevole, Formisano (10° 2t Veropalumbo), Russo, Travisi, Finizio (11° 2t Mandica), Sannita, Albano (30° 2t Schiattarella), Langella (20° 2t D’Angelo) e DI Crescenzo (11° 2t Palombo).

In panchina: Esposito e Calabresei.  All. Vincenzo Siani.

 

DIRETTORE DI GARA: Vincenzo Valiante  della sez. di Nocera.

Marcatori: Formisano e Palombo (N).

Ammoniti: Soria e Ioio  perla Juve Stabia; D’Angelo  per la Nocerina.

Espulsi: al 18° del secondo tempo per il secondo giallo Ioio (J.S.).

 

Con un gol per tempo, la Nocerina, non favorita per la vittoria finale, batte la Juve Stabiae per la Categoria Giovanissimi,aggiudicandosi il XXIII Torneo Internazionale di Cava dè Tirreni, premiato con il Trofeo Avella.

In definitiva la gara per lunghi tratti è stata dominata dalla Nocerina che oltre ai due goal siglati al 20° del primo tempo da Formisano che  di testa insacca a seguito di una parabola da calcio d’angolo e da Palumbo al 15° del secondo tempo, partendo bene sul filo del fuorigioco, ha avuto altre occasioni meritando cosìla vittoria. Suuna di queste occasioni, Albano viene femato da dietro da Ioio il quale riceve il secondo giallo e lascia i compagni in dieci. Mister Chiaiese però non lascia nulla di intentato e inserisce forze fresche, facendo svariare sia a destra che a sinistra, l’estroso Soria. Ma la giornata,  per i giovani di Castellammare di Stabia, non è quella delle più fortunate. Probabilmente il caldo della gara disputata alle 17,00 e l’erbetta naturale del Lamberti molto diversa dalla sintetica del Menti, ha avuto il suo fattore condizionate, tanto più che il gran parte del secondo tempola Juve Stabiaha dovuto giocare in dieci uomini. Tutto questo però non può togliere merito alla Nocerina, che con Faiello, Albano e Palumbo  ha avuto la marcia in più e l’ attenta gestione di Mister  Vincenzo Siani ha coronato i festeggiamenti dei rossoneri di Nocera.

Mister Vincenzo Siani e i suoi ragazzi in festa.

Articolo precedenteMadagascar 3: in anteprima il 15 luglio al Giffoni Film Festival
Prossimo articoloCisl di Salerno: “Allarme rosso” nei cantieri salernitani.
Pasquale D’Aniello, giornalista, nato a Sant’Antonio Abate in provincia di Napoli. Da sempre appassionato di calcio con alcune esperienze dilettantistiche sul campo e sulla panchina. Autore nel 2012 del Libro: "Scugnizzeria agli Albori di un Successo"​ e premiato a Gallipoli nel 2015 (Torneo Internazionale che assegna il Trofeo Caroli Hotels), quale miglior giornalista del calcio giovanile. L'approccio con il calcio giovanile dilettantistico e professionistico da qualche decennio, ha fatto maturare in me nuove convinzioni ed intravedere nuovi orizzonti. "​ Il calcio è educazione, è economia, è uno dei modi di essere società"​. Tutto questo mi ha portato ad essere un "Cronista del calcio giovanile Campano"​, con il fine ultimo di far comprendere che questo Sport deve essere una sana sfida per misurare l'estro calcistico e nulla ha, che possa riguardare il fanatismo e qualsiasi altra devianza che provoca rancore anche a pochi metri di distanza tra i vari campi di calcio. La fortuna poi, di incontrare tantissimi professionisti legati a questo mondo, ha fatto il resto...