Con il progetto “Vita Indipendente” prosegue l’impegno dell’Amministrazione comunale di Fisciano nell’ambito dell’inclusione e delle politiche sociali

Politiche sociali al centro del dibattito tenutosi questa mattina presso il Palazzo di Città di Fisciano. Alla presenza del sindaco Vincenzo Sessa si è discusso del progetto di inclusione per persone diversamente abili denominato “Vita Indipendente“, che ha visto come beneficiaria Federica, giovane del posto.

Questa mattina presentiamo Vita Indipendente, un importante progetto di inclusione per le persone diversamente abili. Stiamo portando avanti sempre di più un modello di inclusione sul nostro territorio – afferma il Primo Cittadino, perché riteniamo che sia fondamentale per far crescere la nostra comunità.

Voglio ringraziare la Cooperativa Progetto 2000, il Piano di Zona e Teresa D’Auria, delegata alle Politiche Sociali che sta portando avanti una serie di iniziative di questo genere sul nostro territorio.”

A prendere parola è proprio quest’ultima, per spiegare nello specifico l’importanza dell’iniziativa.

“Il progetto, vinto dall’ambito S6 di cui il Comune di Fisciano fa parte, promuove l’inclusione e l’indipendenza delle persone che presentano delle difficoltà. Avrà la durata di 6 mesi, durante i quali la beneficiaria Federica avrà la possibilità di recarsi quotidianamente all’ufficio Politiche Sociali e di essere affiancata da un tutor della Cooperativa e da un dipendente comunale. L’obiettivo – prosegue – è di farle acquisire competenze che potrà un domani mettere in pratica in ambito lavorativo.

Continua l’impegno di questa Amministrazione nella direzione delle politiche sociali e della disabilità; stiamo già lavorando al regolamento per l’Osservatorio sulla condizione della disabilità”.