Viaggi per single: sono il boom dell’estate 2018



viaggi

Ci si mette in viaggio da soli, un po’ per scelta personale, un po’ per le coincidenze della vita. Ci si mette in viaggio per cercare novità, libertà e restare fuori dalla routine. Fin qui niente di nuovo. Ciò che colpisce sono i dati relativi ai viaggiatori e ai trend dei viaggi

In particolare, in Italia, sono esplosi i viaggi per single, qui il numero di single si aggira intorno agli 8 milioni. Essere single rappresenta uno stato mentale, uno modo di essere e a differenza di ciò che accadeva qualche tempo fa, oggi questo status si sceglie anche con l’intenzione di farlo.

Insomma, lontani dai vecchi titoli di scapolo d’oro e zitella, a quanto pare, oggi uomini e donne non accompagnati fanno tendenza.

Ecco perché è boom di viaggi per single, che non rappresentano più un tabù, ma anzi una formula di vacanza scelta da molte persone, indipendentemente dal genere a cui appartengono, come dimostra la ricerca pubblicata sul sito di eDreams. Niente di nuovo se si pensa al cambiamento rapido a cui sta andando in contro la società, è infatti semplicemente lo specchio di ciò che accade intorno, sia in Italia che nel resto del mondo.

Il viaggiatore tipo dei viaggi per single

Viaggiare in solitaria è una formula scelta principalmente da chi non ha compagni, ma è un fenomeno che riguarda anche altre tipologie di turista.

C’è il single in cerca dell’anima gemella che viaggia con la precisa intenzione di tornare a casa con il partner giusto, c’è il single che ha voglia di divertirsi ed è esclusivamente questo che cerca dalla sua vacanza, ma c’è anche un ristretto gruppo di altri viaggiatori solitari che single non sono.

Tra questi ci sono le donne che hanno voglia di scoprire luoghi nuovi o i giovani che sono curiosi di sperimentare una vacanza in solitaria. I solo traveller, così come vengono chiamati questi viaggiatori sono uniti dall’esigenza di allontanarsi dalla routine quotidiana, dagli impegni, dagli orari per dedicarsi almeno per la durata del viaggio a tutto ciò che appassiona e che fa sentire vivi.

Le cause del fenomeno

Fenomeno diffuso in tutto il mondo quello dei viaggi per single e le cause sono abbastanza semplici da intuire. Al primo posto c’è appunto la scelta di rimanere single: in Italia, secondo i dati Istat, nel biennio 1994-95 i single erano il 20,1% e sono diventati il 31,1% nel biennio 2014-15. La crescita delle famiglie unipersonali è una tendenza che sta sempre più aumentando.

Secondo i dati disponibili l’età dei viaggiatori in solitaria è quella compresa tra i 18 e i 35 anni. Il viaggiatore tipo è di sesso maschile (60%), anche se sta crescendo il numero delle donne che si sentono più sicure e quindi scelgono di viaggiare da sole.

A unire tutti questi viaggiatori, che siano uomini o che siano donne, è la voglia di scoprire luoghi mai visti, di fare nuove esperienze e di regalarsi una vacanza che non abbia regole scritte, che non abbia orari né programmi da seguire perché da soli è possibile fare ciò che si desidera.

Leggi anche