Veritas Feminae, in mostra ad Amalfi



Dal 3 al 16 luglio l’artista di Cava de’ Tirreni, Annamaria Panariello, esporrà ad Amalfi la sua mostra “Veritas Feminae”

Dal 3 al 16 luglio 2016, Annamaria Panariello, artista di Cava de’Tirreni, espone alla rassegna “Veritas Feminae”, seconda tappa della mostra dedicata all’universo femminile che, dopo Matera, giunge ad Amalfi, presso il Museo della Bussola e del Ducato Marinaro.
 
veritas feminae
L’artista Annamaria Panariello

L’artista metelliana sarà presente all’evento con una scultura che rappresenta la donna nella totalità del suo essere e nell’evoluzione del suo stato. Integra, pur apparendo fragile, e fragile, pur avendo il dono delle ali. Con quella capacità del volo, quindi, preclusa, ma agognata da ogni uomo. Sofferente e libera al tempo stesso nel districarsi nello spazio. Forte, multiforme, cangiante, sfavillante, preda e predatrice, ancorata alla terra col suo tronco e anelante al cielo con foglie ed ali protese verso l’alto. È Madre Terra, è la Natura colta nel momento in cui si risveglia, si ribella, si trasforma e rivendica la propria unicità, la propria bellezza, il proprio diritto ad avere un’esistenza piena, autentica, a essere e a esserci.

 
Annamaria Panariello, maestro d’arte, ceramista, pittrice, scultrice e poeta, è stata recentemente selezionata dal critico d’arte Vittorio Sgarbi, nell’ambito del concorso Arte Salerno 2016, e premiata nella capitale nel corso dell’evento “Caput mundi Arte”, svoltosi dal 24 al 27 giugno. Per l’artista cavese “Veritas Feminae”, che sarà inaugurata il 3 luglio alle 18.00, è un nuovo importante appuntamento che arriva dopo la partecipazione a Cilento Arte del maestro Rocco Cardinali.

Leggi anche