Ventura: “Ora mi aspetto continuità. Io sono ambizioso”



ventura

Giampiero Ventura questa mattina ha incontrato la stampa in vista della gara di domani pomeriggio contro il Cosenza

Consueta conferenza stampa pre-partita questa mattina per Giampiero Ventura che presso la sala stampa dello stadio Arechi, ha rilasciato le sue dichiarazioni alla stampa prima della gara di domani che vedrà la Salernitana impegnata contro il Cosenza.

Una gara importante per la Salernitana quella di domani dopo la bella vittoria di Pescara: “Adesso mi aspetto continuità. Nei mesi scorsi abbiamo fatto cose buone e altre meno buone. Domani è una verifica importante sul piano della mentalità e dell’approccio. Avremo di fronte un avversario difficile da affrontare, ostico, rognoso e che non ti fa giocare”. 

A Ventura viene chiesto con quale modulo la squadra scenderà in campo: “Spesso i nostri avversari per affrontarci cambiano modulo. E’ normale che non adremo a snaturare quanto fatto finora. Il modulo di Pescara lo riutilizzeremo sicuramente ma dipende anche dagli avversari. Ultimamente siamo molto migliorati sul piano delle conoscenze e siamo in grado di fare diverse cose.”

Il mister commenta poi i nuovi arrivi in casa granata: Aya ha disputato tutte le partite quindi è perfettamente in grado di giocare. Curcio è un investimento per il futuro, ed è un pò più indietro di condizione. Entrambi sono arrivati da pochi giorni e mandarli subito in campo significherebbe rinnegare quanto fatto sinora. Di mercato ora però non mi interessa parlare. Bisogna concentrarsi sul Cosenza che ritengo una tappa molto importante della stagione”.

Uno dei dubbi di formazione è legato a partner di Djuric: “E’ uno dei dubbi che ho in questo momento. Questa settimana ho ritrovato un Jallow che ha la gamba giusta, anche Giannetti ha superato tutti i problemi fisici avuti in passato e adesso sta molto meglio, mentre Gondo ha avuto in piccolo acciacco ma vorrei darli continuità”.

Domani all’Arechi ci sarà una contestazione dei tifosi, Ventura evita di commentare: “Non entro nel merito. Non ha più senso parlarne.  Ribadisco che l’obiettivo è quello di costruire qualcosa di importante, che significa dare una cultura calcistica ai calciatori. Io devo pensare a creare i presupposti per fare risultato. Sicuramente sono ambizioso e ho degli obiettivi per questa annata. Se abbiamo calciatori richiesti in Serie A vuol dire che qualcosa di buono stiamo facendo”.

Ventura poi fa il punto sulla situazione di Alessio Cerci: “E’ venuto qui per tornare a fare il giocatore di un certo spessore. Era necessario che si rimettesse in discussione fisica e mentale e lo sta ha fatto. Ora sta lavorando, per domani non è convocato. L’obiettivo è  quello di riaverlo a disposizione nel giro di un paio di settimane”. Infine al mister viene chiesto di Firenze, anche lui non convocato per domani: “Firenze è’ un giocatore che ho voluto io ma purtroppo ha incontrato mille difficoltà. Ha espresso il desiderio di andare giocare e secondo me bisogna avallarlo. Credo che in questo momento gli manchi la rabbia di diventare un giocatore importante”.

 

 

 

 

Leggi anche