Vallo della Lucania, morte sospetta di un uomo sottoposto a trapianto

Morire di tumore dopo il trapianto di organi?  È quanto accaduto ad un uomo di Vallo Della Lucania: il donatore suicida non sarebbe stato sottoposto a biopsia

Tre persone sono morte in seguito ad un trapianto, non per il rigetto degli organi ricevuti, ma per tumore, come riportato da La Città di Salerno. Vallo della Lucania, morte sospetta di un uomo sottoposto a trapiantoIn particolare il caso di un 63enne di Vallo della Lucania, che nel novembre del 2012 si sottopose con successo al un trapianto del rene.

Purtroppo l’uomo è morto per un tumore aggressivo dopo sei mesi dall’intervento. immediata la denuncia dei familiari, in seguito alla quale è stata aperta un’indagine.

Del caso si occupa anche il Ministero della Salute. Il donatore, morto suicida, era di Brescia, ma non sarebbe mai stato sottoposto a biopsia prima dell’espianto, per questo un noto primario del nord è ora indagato per omicidio colposo.