Vallo della Lucania, gattino picchiato a sangue: si indaga



vallo della lucania
immagine da pixabay

Ennesimo caso di violenza sugli animali questa volta a Vallo della Lucania. Ignoti hanno massacrato di botte un gattino. Si indaga sulla vicenda

Continuano gli orribili episodi di violenza feroce sugli animali a Vallo della Lucania. Da più di un decennio nella zona di San Crescenzo si verificano vicende di avvelenamenti e uccisioni di cani ed anche di gatti.

Come riporta SalernoToday, proprio negli ultimi giorni, è avvenuta l’ennesima tortura. Una donna del rione, infatti, ha presentato denuncia ai Carabinieri dopo aver ritrovato il suo gattino ridotto in pessime condizioni. La signora si è ritrovata difronte ad un terribile spettacolo, il suo gatto massacrato di botte e successivamente gettato davanti alla sua abitazione, situato proprio in zona San Crescenzo.

Gli abitanti del quartiere stanno subendo da tempo questi episodi di violenza e avvelenamenti ed anche in passato hanno sporto regolare denuncia. I residenti, infatti, sono pronti a continuare battaglia e a far in modo che questa ennesima volta si individui l’assassino.

Le indagini proseguono senza sosta. Nel frattempo, aspettando che le Autorità facciano il loro lavoro, anche le associazioni animaliste, sono sul piede di guerra e si stanno attivando per mettere fine a queste gratuite violenze. L’obiettivo è dare un volto ed un nome ai protagonisti di questi brutti episodi che si verificano da ormai troppo tempo. Ci sono sospetti e i cittadini faranno di tutto per inchiodare il responsabile.

Leggi anche