Valle dell’Irno: Contrasto illegalità, un arresto e quattro denunce



Nell’ambito di un servizio a largo raggio espletato nella Valle dell’Irno, finalizzato al contrasto dell’illegalità diffusa, i Carabinieri della Compagnia di Mercato San Severino hanno arrestato una persona e denunciato altre quattro.

In particolare a Fisciano (SA) i militari della locale Stazione hanno rintracciato e tratto in arresto, in ottemperanza ad un’ordinanza di aggravamento di misura cautelare emessa dall’Ufficio di Sorveglianza del Tribunale di Salerno,  un pregiudicato 43enne del luogo. Il provvedimento è scaturito dalla violazione delle prescrizioni imposte con l’affidamento in prova ai servizi sociali, precedentemente accertate dal medesimo reparto. Inoltre hanno deferito in stato di libertà per simulazione di reato e tentata truffa, un  operaio 28enne residente nell’Avellinese. Le investigazioni hanno permesso  di appurare che il giovane aveva  denunciato il furto della propria autovettura, del valore di oltre 50.000,00 euro, tentando di intascare il premio assicurativo, mentre il veicolo è risultato esportato all’estero ancor prima della formalizzazione della denuncia.

A Castel San Giorgio (SA) i carabinieri della locale Stazione hanno deferito un operaio 42enne di Bracigliano (SA), perché, controllato in atteggiamento sospetto nei pressi dell’Ufficio postale della frazione Lanzara a bordo della propria autovettura, a seguito di una perquisizione personale è stato trovato in possesso di una pistola semiautomatica ad aria compressa, a pallini, calibro 6mm. Nel corso della perquisizione estesa al domicilio sono state rinvenute e sequestrate ulteriori tre pistole a salve, prive di tappo rosso, di cui una con alterazioni dovute verosimilmente  al tentativo, fallito, di modificarla in arma efficiente.

Infine, a Mercato San Severino (SA), personale della locale Stazione ha rintracciato un 34enne disoccupato del luogo, sul cui conto pendeva un’ordinanza di carcerazione e decreto di sospensione del medesimo ordine emesso dalla Procura Generale presso la Corte di Appello di Salerno, perché condannato alla pena sospesa di anni 1 per il reato di ricettazione.  Personale dell’aliquota radiomobile ha invece denunciato per omissione di soccorso, un 53enne di Roccapiemonte, poiché, in Mercato San Severino, alla guida della propria autovettura, dopo aver urtato un altro veicolo, condotto da una casalinga  del luogo in stato di gravidanza, ometteva di prestare soccorso. La donna, trasportata presso il locale Ospedale, è stata giudicata guaribile in gg.4 per “trauma addominale da cintura”.

L’arrestato è stato tradotto presso la casa circondariale di Salerno.

Leggi anche