Home Attualità Unisa, OCPG: la nuova piattaforma del progetto "chiamata alle arti"

Unisa, OCPG: la nuova piattaforma del progetto “chiamata alle arti”

Covid-19

Italia
12,482
Totale Casi Attivi
Updated on 4 August 2020 21:21
37,889FansMi piace
702FollowerSegui
1,500FollowerSegui
250FollowerSegui
980IscrittiIscriviti

Tag

Unisa. Chiamata alle Arti riparte con una nuova piattaforma: un’esperienza creativa e per favorire network e collaborazioni tra artisti

L’ Osservatorio Giovani (OCPG) del Dipartimento di Scienze Politiche e della Comunicazione dell’Università di Salerno (UNISA) è lieto di annunciare che è on line la nuova piattaforma del progetto Chiamata alle arti, nato nel 2010 per valorizzare, divulgare e supportare le forme espressive della creatività contemporanea, con il patrocinio della Regione Campania.

- Advertisement -

Chiamata alle Arti riparte con una nuova piattaforma, un nuovo stile grafico e nuove funzionalità per rendere più interattiva, fruibile e condivisa l’esperienza creativa e per favorire network e collaborazioni tra artisti.

La Community Gallery, spazio digitale di presentazione dell’artista e dei suoi lavori, è aperta a tutti i settori, dalle arti visive e digitali alle arti performative e applicate, senza limiti di età e di residenza.

Aderendo al progetto gli artisti, oltre ad avere uno spazio dedicato su una vetrina istituzionale, saranno coinvolti in iniziative, eventi, expo, mostre, collaborazioni artistiche, progetti e premi organizzati dall’Osservatorio OCPG o dalla rete di partner nazionali e internazionali collegati.

Sulla piattaforma è inoltre attiva una sezione news, per consentire agli artisti di essere costantemente aggiornati e informati sulle opportunità e le attività promosse nell’ambito del progetto. La sezione sarà periodicamente implementata anche con notizie su contest, eventi e opportunità culturali e artistiche provenienti dall’Italia e dal Mondo.

Gli artisti iscritti possono inoltre promuovere anche le proprie iniziative attraverso tutti i circuiti diretti e indiretti dell’Osservatorio e chiederne il patrocinio (scrivendo a: osservatoriogiovani@unisa.it).

Nelle prossime settimane saranno lanciate una serie di iniziative digitali sulle pagine Facebook e Instagram dell’Osservatorio Giovani per dare spazio alla creatività e favorire lo sviluppo di network e connessioni tra artisti.

LiveZon
zerottonove