HomeAttualitàUnisa: nasce il nuovo corso di laurea in “Scienze e Nanotecnologie...

Unisa: nasce il nuovo corso di laurea in “Scienze e Nanotecnologie per la Sostenibilità”

Covid-19
Aggiornamenti

Italia
754,988
Totale Casi Attivi
Updated on 27 May 2022 13:30
37,889FansMi piace
702FollowerSegui
1,500FollowerSegui
250FollowerSegui
980IscrittiIscriviti

Tag
zerottonove.it

Unisa, il nuovo corso di laurea in “Scienze e Nanotecnologie per la Sostenibilità” partirà da settembre

Nasce un nuovo corso di laurea all’Università degli Studi di Salerno, unica in Italia nel suo genere: “Scienze e Nanotecnologie per la Sostenibilità”. Si arricchisce così l’offerta formativa 2022/23 dell’Ateneo. Dal prossimo settembre 2022 sarà attiva questa nuova Laurea triennale, fortemente innovativa, che si incardina nel Dipartimento di Fisica e ha lo scopo di formare laureati che, con competenze trasversali (fisica, chimica e tecnologie) e attraverso le tecnologie emergenti (nanotecnologie e tecnologie quantistiche), siano in grado di affrontare le sfide della transizione ecologica.

Il percorso formativo mira a formare figure tecniche in quattro ambiti principali: energia rinnovabile, mobilità sostenibile, protezione e controllo ambientale, economia circolare. Lo scopo è quello di formare una figura “smart” in grado di utilizzare correttamente le risorse nel rispetto dell’ambiente e contribuire allo sviluppo sostenibile e al contrasto ai cambiamenti climatici. Rispetto ai corsi di laurea più tradizionali, con questo nuovo percorso formativo l’Università conta di formare figure che avranno un accesso agevolato nel mondo del lavoro. I green jobs rappresentano una nuova prospettiva di lavoro e richiedono professionalità dotate di conoscenze trasversali, devote a una transizione verde del mondo in cui viviamo.

Il corso prevede: insegnamenti di base, studio di processi di trasformazione e tecnologie innovative, studio delle proprietà chimico-fisiche della materia, sostenibilità ambientale, energetica, delle risorse per la mobilità, sicurezza e normative ambientali, trasferimento tecnologico. Il corso, anche grazie ad un significativo contributo di attività laboratoriali e tirocini in azienda, formerà alle professioni di esperto ambito del risparmio energetico e delle energie rinnovabili, fisico nucleare, della produzione di energia termica ed elettrica e del controllo ambientale, della raccolta e trattamento dei rifiuti e della bonifica ambientale.

Il laureato in “Scienze e Nanotecnologie per la Sostenibilità” potrà svolgere attività professionale presso industrie di microelettronica, sensoristica, chimiche o operanti nei settori energetici, ambientali e dei beni culturali. Potrà essere di supporto in nuove imprese ad alta tecnologia anche gemmate dalla ricerca universitaria o industriale (spinoff di ricerca e startup innovative) o in laboratori di Istituti ed Enti di Ricerca quali, per esempio, CNR, INSTM, Enea, INFN e Università. Insomma, una figura particolarmente richiesta dal mercato legata alla “rivoluzione verde” in atto.