Turismo, D’Agosto: “Una rete per promozionare il territorio”

«Un programma che parte dalla conoscenza dei territori per costituire una rete composta dai 158 comuni della provincia. L’obiettivo è mettere in campo un progetto, di concerto con tutte le istituzioni, che possa valorizzare al meglio le risorse del territorio». Così l’assessore al Turismo, Costabile D’Agosto, nel corso della conferenza stampa di presentazione delle attività programmate dall’assessorato.

Nel nuovo contesto sociale ed economico provinciale, nazionale ed europeo, la filiera del turismo assume senza alcun dubbio un ruolo strategico per la creazione e l’attivazione di nuove e necessarie opportunità occupazionali, per una crescita professionale degli addetti al settore e per attrarre nuovi investitori.

Il territorio è la nostra risorsa strategica e la Provincia di Salerno, tra le più estese province d’Italia, offre una varietà di risorse naturalistiche, paesaggistiche, storiche e culturali tra le più ricche d’Italia e del mediterraneo. Un territorio unico e straordinario che gode in alcuni casi del riconoscimento di Patrimonio dell’Umanità  da parte dell’UNESCO – ricordiamo la Costiera Amalfitana, il Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano, Paestum, Elea-Velia e la Certosadi Padula; un prezioso serbatoio di biodiversità, con circa il 55% ( più di 2.500 Km2) del territorio provinciale destinato ai Parchi Nazionali, Regionali, Oasi e Riserve Naturali; un prezioso serbatoio di antichi saperi e sapori che hanno portato la nostra Dieta Mediterranea ad essere riconosciuta in tutto il mondo come modello per una corretta alimentazione (la Dieta Mediterranea nel 2010 è stata proclamata dall’UNESCO patrimonio immateriale e culturale dell’umanità).

«La Rete per il Turismo Sostenibile ed Etico provinciale che intendiamo creare – ha aggiunto D’Agosto – ha tra i suoi obiettivi quello di sostenere e promuovere il turismo sanitario, del benessere e l’accessibilità alle strutture ricettive, quello del turismo scolastico ed educativo e quello del turismo rurale».

«Lo scopo – ha continuato – è quello di aumentare la stagionalità, puntando anche sulla formazione. La Provincia di Salerno ha intrapreso un percorso insieme con la Camera di Commercio di Salerno per sancire una sinergia tra Istituzioni e imprenditori, dandosi come primo obiettivo quello di promuovere il proprio territorio al TTG di Rimini dal 18 al 20 ottobre». «A novembre i riflettori – ha concluso – saranno puntati su Paestum per uno degli eventi di punta della Provincia di Salerno, la quindicesima edizione della Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico».