Truffe sul web a buon fine, nonostante la connessione lenta



Sembra impossibile che oggi possano essere messe a segno ancora certe truffe sul web, talmente banali e note e, nonostante ciò, ancora così efficaci

Ma la cosa più paradossale è che queste funzionino nonostante un servizio internet ancora troppo lontano dai parametri nazionali come quello della provincia di Benevento.

Risale a circa due anni fa la constatazione, in riferimento sia al solo adsl per casa che a tutta la rete mobile e fissa di Benevento e provincia, di una connessione eccessivamente lenta rispetto a quella media nazionale. Il problema, molto sentito soprattutto in città, doveva essere risolto proprio entro il 2015, secondo le previsioni fatte  nel 2013, ma ancora non si rilevano cambiamenti significativi. Tutto questo, come acennato, non ha impedito ai soliti truffatori di mettere a segno un colpo che, a guardarlo dall’esterno, appare fin troppo semplice.truffe web

La vittima è un artigiano di Baselice che con troppa ingenuità si è fidato di un venditore in apparenza tanto cordiale e serio. Questi, in un noto portale dedicato alla vendita e all’acquisto di oggetti nuovi e usati a prezzi convenienti, aveva messo in vendita un attrezzo da lavoro per la cifra di 300 euro. Tanto ha perso il malcapitato acquirente che, dopo aver pagato l’intera cifra, ovviamente non ha ricevuto l’oggetto acquistato. Il truffatore, ben noto alle forze dell’ordine, è un quarantenne di Caserta che sembra non sia nuovo a questo genere di truffe sul web a danno di chi, con questo strumento, ha poca dimestichezza.

Grazie alla denuncia della vittima e all’operato delle forze dell’ordine è stato quindi possibile risalire al colpevole. Resta comunque il fatto che troppe sono ancora le truffe telematiche, a partire dalle carte clonate fino alla vendita di oggetti che poi non vengono consegnati. La regola è sempre la stessa, non cadere nella trappola del phishing (le mail che chiedono di fornire nuovi dati bancari o di conti correnti postali e di controllare bene i feedback di eventuali venditori o compratori).

Di tutta questa vicenda, quello che fa sorridere è proprio il fatto che sia stata messa a frutto una truffa nonostante la lentezza della connessione che, se tutto andrà come previsto, sarà portata alla velocità media nazionale a breve.

Leggi anche