Treofan, Alfredo Lamberti è il nuovo capo allenatore

Treofan

La Treofan Battipaglia, dopo il colpo Miletic, ufficializza il nome del nuovo capo allenatore: si tratta di Alfredo Lamberti

La Treofan Battipaglia di A1 ha finalmente il suo nuovo capo allenatore.

A guidare la compagine biancoarancio nel prossimo (nonché quarto consecutivo) massimo campionato femminile sarà Alfredo Lamberti.

Un coach di grande esperienza che potrà, senz’altro, mettere questa caratteristica a disposizione del nuovo gruppo che il patron Rossini sta allestendo in questi caldi e scoppiettanti giorni di basket mercato.

Il background di coach Alfredo Lamberti

Intrapresa la carriera da allenatore nell’ormai lontano 1988, quando a soli 17 anni cominciò la sua avventura con la Pol. Partenope, in tutti questi anni Lamberti ha ricoperto ruoli prestigiosi conquistando risultati altrettanto importanti.

Parlando di settore maschile si possono menzionare le stagioni vissute con Napoli (diverse le Finali Nazionali raggiunte con il settore giovanile), Monte di Procida (titolo regionale U15), Giugliano (vittoria del campionato di C1 e playoff in serie B), Scuola Basket Salerno (tre titoli regionali e svariate partecipazioni alle Finali Nazionali e Interregionali) e Forio (promozione dalla D alla C).

Non mancano neppure le esperienze nel settore femminile: nel 2016 ha ricoperto il ruolo di assistente nella Nazionale U18 impegnata agli Europei, dal 2015 è invece il referente per la regione Campania (dal 2013 lo è anche per il settore maschile).

Le prime parole da coach della Treofan

Queste le prime dichiarazioni di coach Lamberti, rilasciate agli organi di stampa della società battipagliese, in merito alla nuova avventura alla guida del sodalizio biancoarancio:

Per il sottoscritto è una grande occasione dal punto di vista professionale, arrivo in una delle piazze più prestigiose del nostro panorama. Non solo per la serie A1, ma anche per tutto quello che viene svolto con il settore giovanile sia femminile che maschile. 

Sono pienamente cosciente della responsabilità che comporta questo tipo di incarico, tenendo anche conto dell’eredità importante che trovo, sono onorato che il presidente abbia chiamato me e sono altresì orgoglioso di poter intraprendere questo tipo di percorso.

L’obiettivo primario sarà quello di ripartire dal lavoro svolto negli ultimi anni, provando ovviamente a migliorare costantemente. Nel corso della stagione sarà fondamentale avere ogni giorno una continuità qualitativa nei vari allenamenti che andremo a svolgere”.

 

adnow
loading...