Questa mattina la protesta dei lavoratori dell’azienda Princes di Angri in occasione dell’incontro con il Prefetto di Salerno

Non si ferma la protesta dei lavoratori dell’azienda agroalimentare Princes di Angri, intenzionata a trasferire tutti i dipendenti a Foggia.

In occasione dell’incontro organizzato per questa mattina alla Prefettura di Salerno, i lavoratori hanno indossato delle maschere bianche chiedendo – attraverso lo slogan “Giù la maschera!” – trasparenza e risposte da parte dei vertici aziendali. Presenti anche la sindacalista CISAL Lucia Pagano, l’onorevole Virginia Villani ed il sindaco di Angri Cosimo Ferraioli.

“Ho confermato la mia presenza ed il mio impegno già manifestato nei due precedenti incontri. Ho ribadito che si tratta di un trasferimento forzato che allontana risorse economiche dal territorio, generando un ulteriore impoverimento sociale per la nostra comunità – ha affermato Ferraioli. Ho riconfermato la disponibilità di utilizzare i beni confiscati e divenuti patrimonio comunale come uffici, nel rispetto dei modi previsti dalla legge, offrendo una soluzione per far restare ad Angri gli uffici amministrativi.

Un mio impegno diretto che ho confermato anche in Prefettura. In questo tipo di vertenze lo Stato deve far sentire la sua presenza, proteggendo i lavoratori in una battaglia contro il capitale ed imponendo i principi della Carta Costituzionale, perché se diamo ragione solo ai soldi sarà una sconfitta per tutti noi”.