Tragedia a Capaccio Paestum: pizzaiolo assassinato. Il colpevole si costituisce



capaccio

Un giovane pizzaiolo è stato ucciso a coltellate alle prime ore del mattino, in località Torre di Mare, a Capaccio Paestum

Una vera e propria tragedia si è consumata questa mattina, poco prima delle 4:00, a Capaccio Paestum, dove un ragazzo di 33 anni, un pizzaiolo della zona, è stato ucciso brutalmente con un coltello nei pressi di un bar in località Torre di Mare.

Sarebbe stato un 25enne – già con precedenti – a compiere l’efferato gesto. V.G – queste le sue iniziali – si è costituito spontaneamente presso la locale Stazione dei Carabinieri.

Secondo le ultime indiscrezioni, come riporta anche Salerno Today, pare che il 25enne abbia raccontato in caserma di aver perso il controllo e, in seguito ad una violenta discussione, la situazione sarebbe degenerata con il mortale ferimento del 33enne. Cionnonostante, le indagini dei militari dell’Arma, che hanno sequestrato l’arma del delitto, sono tuttora in corso. Il ragazzo sarebbe deceduto in seguito ad almeno tre coltellate, due ai fianchi e una al petto. Sono risultati inutili i tentativi degli operatori sanitari del 118 di salvargli la vita.

La famiglia del 33enne capaccese, così come l’intera comunità, è sgomenta e distrutta dal dolore dopo l’omicidio. La famiglia era piuttosto nota, il pizzaiolo era figlio di un noto imprenditore del posto.

Leggi anche