HomeAttualitàTom Jobim, una statua “ao Maestro"

Tom Jobim, una statua “ao Maestro”

Covid-19
Aggiornamenti

Italia
856,869
Totale Casi Attivi
Updated on 22 May 2022 10:19
37,889FansMi piace
702FollowerSegui
1,500FollowerSegui
250FollowerSegui
980IscrittiIscriviti

Tag
zerottonove.it

Tom Jobim, uno dei maggiori musicisti e compositori brasiliani di tutti i tempi, è stato omaggiato nella giornata di ieri, a Ipanema, con una statua

[ads2] Una statua per Antonio Carlo Brasileiro de Almeida Jobim, meglio noto come Tom Jobim, è stata inaugurata lunedì 8 dicembre, su una delle spiagge più belle e famose di Rio de Janeiro, Ipanema. A lui, musicista, poeta, cantante o, semplicemente, O Maestro, è stata dedicata una statua di bronzo e argilla, creata dalla scultrice Cristina Mota.

L’evento, è accaduto in concomitanza con il ventesimo anniversario della morte dell’artista, e immortala Tom Jobim all’età di 33 anni, in piedi, con la sua chitarra in spalla. Alla cerimonia hanno partecipato le autorità locali, la famiglia e tantissime persone.

Diversi i brani del repertorio di Tom Jobim, tra cui Garota de Ipanema, Desafinado, Chega de Saudade, Samba do Avião e tanti altri, che sono stati interpretati lungo quel pezzo di calçadao. Non a caso, la famiglia di Jobim ha scelto di far posizionare la statua, proprio in quel punto.

Ana Jobim, vedova dell’artista, ha riferito all’agenzia Efe che questo è “un giorno speciale e triste“, e che la musica creata da Tom, rimarrà nella memoria dei brasiliani. “È sempre emozionante e credo che il suo ricordo non andrà mai via dal cuore della gente, dei brasiliani, dei carioca”, ha detto la vedova.

Tom Jobim Tom Jobim fu uno dei fondatori del genere bossa nova, inseparabile da Vinicius de Morais, Chico Buarque, Toquinho e Elis Regina. Per 40 anni di carriera, ha composto più di 400 canzoni che, oltre ad essere state interpretate dai più grandi cantanti della musica brasiliana, sono state eseguite anche da voci del calibro di Frank Sinatra, Ella Fitzgerald e Sting.

Tom Jobim è morto a New York, l’8 dicembre del 1994, a 67 anni, con un attacco di cuore, mentre lottava con un cancro alla vescica.

Quero a vida sempre assim, com você perto de mim, até o apagar da velha chama. E eu que era triste, descrente deste mundo, ao encontrar você eu conheci. O que é felicidade, meu amor”. Tom Jobim, Corcovado.