Tentata truffa ai danni di una 83enne salernitana, la donna scopre l’inganno

battipaglia

Dopo aver ricevuto l’ormai consueta telefonata di un uomo che si spacciava per il figlio, la donna ha chiamato il 113 per denunciare il tentativo di truffa

Nel pomeriggio di ieri, una donna 83enne residente nella zona orientale di Salerno, consapevole del fatto che, come affermato dal Questore, “i truffatori sono sempre in agguato e approfittano della solitudine e della debolezza delle persone anziane per tentare ogni tipo di truffa”, e che, quindi, bisogna “diffidare di tutto e di tutti e al minimo sospetto chiamare subito al numero della Polizia di Stato o dei Carabinieri, non ha abboccato all’amo di un truffatore evitando così di rimanere vittima di un raggiro.

La signora, infatti, dopo aver ricevuto una telefonata da parte di un uomo spacciatosi per il figlio, che l’avvisava dell’imminente consegna di un pacco a lui destinato con richiesta di pagamento della somma di 1.200 Euro, ha interrotto la comunicazione e ha immediatamente chiamato il figlio per accertarsi della veridicità della comunicazione telefonica ricevuta.

Avuta conferma che il figlio non doveva ricevere alcun pacco, è stato quest’ultimo a chiamare il numero di emergenza “113” per denunciare il tentativo di truffa.

Questo ed altri episodi analoghi, accaduti di recente, oltre a confermare l’efficacia preventiva della comunicazione fatta dalla Polizia attraverso gli organi d’informazione, evidenziano anche come gli anziani siano uno dei target preferiti dai truffatori.

Proprio per contrastare questa deprecabile tipologia di reati, il primo agosto 2016 è partita la citata campagna della Polizia di Stato contro le truffe agli anziani, con la pubblicazione di due spot (Video 1° spot)  (Video 2° spot) commentati da Gianni Ippoliti che li ha anche ideati.

Il semplice e preciso messaggio agli anziani del conduttore televisivo è lo stesso del Questore Pasquale Errico: “diffidate degli estranei e chiamate la Polizia”.