Supercoppa: vittoria Napoli, ma tanta Primavera

El Pipita

Palcoscenico internazionale per assegnare la Supercoppa italiana, che viene contesa dai Campioni d’Italia della Juventus e i vincitori della Coppa Italia del Napoli

Questa edizione 2014 è stata disputata a Doha nel Qatar, nell’area del Golfo Persico. Di fronte la Juventus, vincitrice con Conte del Campionato 2013/14 e il Napoli di Rafael Benitez, vincitore ai danni della Fiorentina della Coppa Italia. Vittoria andata al Napoli dopo una lunga maratona televisiva.

 

JUVENTUS-NAPOLI 7-8

Primo Tempo 1-0; Tempi Supplementari 2-2

Marcatori: Tevez (J) al 5′ p.t.; Higuain (N) al 23′ p.t.; Tevez (J) al 1′ del s.t.s.; Higuain (N) al 13′ del p.t.s.

supercoppa
Abbraccio Napoli

 

JUVENTUS (4-3-1-2) Buffon; Lichtsteiner (dal 33′ s.t. Padoin), Bonucci, Chiellini, Evra; Marchisio, Pirlo (dal 22′ s.t. Pereyra), Pogba; Vidal; Tevez, Llorente (dal 1′ s.t.s. Morata).(Storari, Rubinho, Padoin, Ogbonna, Mattiello, Romagna, Pepe, Giovinco, Coman). All. Allegri.

 

NAPOLI (4-2-3-1) Rafael; Maggio, Albiol, Koulibaly, Ghoulam; Gargano, Da. Lopez (1′ p.t.s. Inler); Callejon, Hamsik (dal 33′ s.t. Mertens), De Guzman (dal 1′ s.t.s. Jorginho); Higuain. (Colombo, Andujar, Henrique, Britos, Mesto, Radosevic, Romano, Zapata, Luperto). All. Benitez.

 

ARBITRO: Valeri.

 

NOTE: spettatori 14 mila. Ammoniti: Higuain (N), Pereyra (J), Callejon (N), Mertens (N), Ghoulam (N), Tevez (J). Recuperi: p.t. 1′; s.t. 2′; 0 p.t.s., 0 s.t.s.

 

SEQUENZA RIGORI: Jorginho parato, Tevez palo, Ghoulam gol, Vidal gol, Albiol gol, Pogba gol, Inler gol, Marchisio gol, Higuain gol, Morata gol, Gargano gol, Bonucci gol, Mertens parato, Chiellini parato, Callejon parato, Pereyra alto, Koulibaly gol, Padoin parato.

supercoppa
Luperto, classe ’96

Convocati nel gruppo vittorioso del Napoli, anche tre ragazzi punti fermi della Primavera del Napoli di mister Giampaolo Saurini.

 

 

 

 

Non ha preso parte alla spedizione Nikita Contini, sempre presente nelle convocazioni di Europa League, ma chiamati da Benitez sono stati Sebastiano Luperto, Antonio Romano e Alfredo Bifulco.

supercoppa
Bifulco, classe ’97

Sebastiano Luperto è un centrale difensivo classe ’96 dalle sembianze e movenze del più famoso, nazionale spagnolo, Raùl Albiol. Antonio Romano è un centrocampista centrale, classe ’96, con un buon talento balistico anche sui calci da fermo. Infine, Alfredo Bifulco, classe ’97, è un centrocampista di destra con propensioni offensive e abile nel creare la superiorità in attacco, così come piace tanto a Benitez.

Articolo precedenteCourmayeur Noir In Festival: il trailer
Prossimo articoloMoscatiello riceve il primo premio Emily Dickinson
Pasquale D’Aniello, giornalista, nato a Sant’Antonio Abate in provincia di Napoli. Da sempre appassionato di calcio con alcune esperienze dilettantistiche sul campo e sulla panchina. Autore nel 2012 del Libro: "Scugnizzeria agli Albori di un Successo"​ e premiato a Gallipoli nel 2015 (Torneo Internazionale che assegna il Trofeo Caroli Hotels), quale miglior giornalista del calcio giovanile. L'approccio con il calcio giovanile dilettantistico e professionistico da qualche decennio, ha fatto maturare in me nuove convinzioni ed intravedere nuovi orizzonti. "​ Il calcio è educazione, è economia, è uno dei modi di essere società"​. Tutto questo mi ha portato ad essere un "Cronista del calcio giovanile Campano"​, con il fine ultimo di far comprendere che questo Sport deve essere una sana sfida per misurare l'estro calcistico e nulla ha, che possa riguardare il fanatismo e qualsiasi altra devianza che provoca rancore anche a pochi metri di distanza tra i vari campi di calcio. La fortuna poi, di incontrare tantissimi professionisti legati a questo mondo, ha fatto il resto...