HomeCronacaSiano, i risvolti dell'aggressione: arrestato aggressore, vittima in prognosi riservata

Siano, i risvolti dell’aggressione: arrestato aggressore, vittima in prognosi riservata

Covid-19
Aggiornamenti

Italia
102,244
Totale Casi Attivi
Updated on 27 September 2021 12:04
37,889FansMi piace
702FollowerSegui
1,500FollowerSegui
250FollowerSegui
980IscrittiIscriviti

Tag
zerottonove.it

Siano, dopo gli attimi di terrore di ieri sera arriva la ricostruzione dell’aggressione. Vittima ricoverata in prognosi riservata

Arrestato l’aggressore che ieri sera a Siano in Via D’Andrea ha inferto diverse coltellate ad un ex maresciallo dei carabinieri, la vittima è in prognosi riservata presso l’ospedale di Nocera Inferiore. In un primo momento l’aggressore era fuggito a bordo di una Mercedes nera seminando così i Carabinieri e le forze dell’ordine.

I carabinieri della stazione di Siano al comando del maresciallo Pasquale Santoriello, come riporta Rtalive, coadiuvati dai colleghi del nucleo radiomobile in poche ore hanno arrestato il presunto accoltellatore. L’aggressore residente a Siano è un dipendente del Comune di Nocera Inferiore. A condurre le indagini il pubblico ministero Anna Chiara Fasano della procura nocerina.

La ricostruzione dell’accaduto

Alle 21:30 circa l’ex maresciallo in congedo, E.D.F., ha incontrato quello che poco dopo sarebbe diventato il suo aggressore. Tra i due all’inizio ci sarebbe stata solo una discussione dai toni piuttosto animati, solo dopo il 57enne P.D.B. avrebbe avvicinato la vittima infliggendogli diverse coltellate all’addome e alle spalle. La vittima inoltre nel tentativo di dimenarsi per di sfuggire all’attentatore ha riportato diversi tagli superficiali alle braccia.

La lite ha colto l’attenzione di molti passanti che fermandosi hanno assistito ad uno spettacolo spaventoso: la vittima riversa a terra in un pozzo di sangue mentre l’aggressore ancora su tutte le furie continuava ad infliggere coltellate. Soltanto dopo diversi minuti l’aggressore si è staccato dalla vittima per poi scappare a bordo di una Mercedes nera.

Ancora non noti i motivi della lite o dell’aggressione. Sul fronte delle indagini al momento viene contestato a P.D.B il reato di tentato omicidio.