HomeEventi"Incubi e Sorrisi", il romanzo ispirato al sisma dell'80 presentato al Comune...

“Incubi e Sorrisi”, il romanzo ispirato al sisma dell’80 presentato al Comune di Siano

Covid-19
Aggiornamenti

Italia
223,718
Totale Casi Attivi
Updated on 5 December 2021 2:02
37,889FansMi piace
702FollowerSegui
1,500FollowerSegui
250FollowerSegui
980IscrittiIscriviti

Tag
zerottonove.it

Oggi martedì 23 novembre al Comune di Siano la presentazione del libro “Incubi e Sorrisi” sui fatti del terremoto dell’80

Era il 23 novembre del 1980 quando migliaia di vite furono spazzate via dal terremoto che colpì il cuore dell’Irpinia, quello sfondo di macerie e disperazione a distanza di quarant’anni torna a rivivere nel nuovo romanzo di Domenico Di Filippo presentato oggi martedì 23 novembre nell’aula consiliare del Comune di Siano.

Un romanzo che riporta alla luce il turbinio di emozioni e di preoccupazioni che gli abitanti della Campania centrale vissero quarantuno anni fa. E’ un libro che “racconta quei sentimenti di gioia di tristezza, illusioni e disillusioni regalando al lettore la sua esperienza, la sua vita vissuta attraverso personaggi fantastici”– ha sottolineato l’assessore alle associazioni e alle pari opportunità Fortura Albano.

Lo scrittore, già autore del capolavoro “Capolinea“, percorre con la storia di Daniele, protagonista del romanzo, un po’ della sua storia biografica. Di origine sianese ma trasferitosi ad Alessandria Domenico Di Filippo ha racchiuso nell’opera anche parte del suo vissuto e delle emozioni che provò al verificarsi di quelle violente scosse.

“Quando si ha un vissuto si hanno sempre incubi e sorrisi”– ha rivelato l’autore Domenico Di Filippo – “certo metterli sulla carta diventa difficile. Circa dieci anni fa mi venne in mente di inventare un personaggio che ha poi attraversato delle epoche. All’inizio la penna scorreva veloce, scrivere mi veniva quasi spontaneo, ma pensavo di aver scritto sciocchezze così mi confrontai con un mio amico scrittore che mi chiese di fargli leggere le prime cinque pagine. Mi guardò e mi disse: “sei bravo vai avanti, sono entrato nel personaggio”. Mi incoraggiò così ad andare avanti.”

Un momento di commemorazione storica e culturale quello che ha ospitato la sede del Comune di Siano. Le testimonianze dell’autore si sono interfacciate con le sensazioni di chi quelle emozioni di disorientamento e paura le ha messe in musica. Il momento di presentazione del libro è stato infatti preceduto da un momento musicale curato da Sebastiano Roscigno accompagnato dalle chitarre di Alfonso Roscigno e Rocco Zambrano.