Scudetto Primavera, una seminifinale a sorpresa



Sorprese nelle finali scudetto del Campionato Primavera 2012/13. Fuori squadre blasonate del calibro di Juventus, Torino, Fiorentina e Catania: ecco i risultati ottenuti nelle gare disputate tra sabato e domenica 1 e 2 Giugno

Lazio -1- Torino -0- ;

Chievo Verona -2- Juventus -1-;

Atalanta -4- Fiorentina -1-;

Milan -1- Catania -0-.

La Lazio ha confermato le aspettative, anche se il Torino ha dato vita dura ai romani; ma alla lunga, l’esperienza maggiore dei ragazzi di mister Bollini, molti già con esperienze e “in orbita” prima squadra, ha avuto ragione sui pur bravi ragazzi granata del Torino. Il goal vittoria degli aquilotti è stato siglato da Cristiano Lombardo. L’altra torinese, la Juventus, detentrice della Coppa Italia, è stata estromessa dal Chievo Verona, che, dopo aver eliminato il Napoli nei play off, si è sbarazzato anche della Juventus conquistandosi il primato di “ammazzagrandi”. Dopo i tempi regolamentari conclusi per 1 a 1, nel secondo tempo supplementare il goal vittoria per il Chievo di Ekuban, che consente ai veneti di affrontare in semifinale un’altra grande: la Lazio. Più netta la vittoria dell’Atalanta sulla Fiorentina: i bergamaschi sono stati bravi a reggere l’irruenza iniziale dei toscani e hanno messo a frutto tutte le occasioni loro capitate, chiudendo il primo tempo sul parziale di 3 a 0, con Cois (che salta il portiere e regalando il primo vantaggio) e poi prima con Varano e successivamente con Conti.

Uno dei Goals dell'Atalanta

Nella ripresa sempre Atalanta con Nava per il 4 a 0, mentre la Fiorentina segna con Bangue, che trasforma un rigore concesso per fallo su Gulin. Ultimo quarto, in serata di domenica 2 Giugno, tra Milan e Catania. Tra le quattro gare questa è stata quella più indecisa fino alla fine e dove i valori in campo si sono eguagliati. Goal vittoria del milanista Cristante nel primo tempo. Vani sono stati tutti gli attacchi portati dai ragazzi di Mister Pulvirenti, anche quando nel finale sembrava fatta per il pari, è stato bravissimo il portiere Narduzzo a salvare risultato e semifinale, anche se con Ganz, in precedenza, il Milan ha mancato il raddoppio per l’opposizione della traversa.

Oreste Muto di T.Ann.ta

Da notare che in questa gara diretta dal sig. Morreale di Roma, uno degli assistenti è stato Oreste Muto della sez. di Torre Annunziata.

Le semifinali alle ore 21: 00

Lazio – Chiedo Verona         05-Giugno-2013;

Milan – Atalanta                  06-Giugno- 2013.

Leggi anche



Articolo precedenteÉ possibile pensare senza conoscere una lingua?
Prossimo articolo“Il poliziotto un amico in più”: i “piccoli” vincitori della tredicesima edizione
Avatar
Pasquale D’Aniello, giornalista, nato a Sant’Antonio Abate in provincia di Napoli. Da sempre appassionato di calcio con alcune esperienze dilettantistiche sul campo e sulla panchina. Autore nel 2012 del Libro: "Scugnizzeria agli Albori di un Successo"​ e premiato a Gallipoli nel 2015 (Torneo Internazionale che assegna il Trofeo Caroli Hotels), quale miglior giornalista del calcio giovanile. L'approccio con il calcio giovanile dilettantistico e professionistico da qualche decennio, ha fatto maturare in me nuove convinzioni ed intravedere nuovi orizzonti. "​ Il calcio è educazione, è economia, è uno dei modi di essere società"​. Tutto questo mi ha portato ad essere un "Cronista del calcio giovanile Campano"​, con il fine ultimo di far comprendere che questo Sport deve essere una sana sfida per misurare l'estro calcistico e nulla ha, che possa riguardare il fanatismo e qualsiasi altra devianza che provoca rancore anche a pochi metri di distanza tra i vari campi di calcio. La fortuna poi, di incontrare tantissimi professionisti legati a questo mondo, ha fatto il resto...