HomeEventiRaccontare Scafati attraverso (F)orme di Resistenza

Raccontare Scafati attraverso (F)orme di Resistenza

Covid-19
Aggiornamenti

Italia
2,562,156
Totale Casi Attivi
Updated on 18 January 2022 19:19
37,889FansMi piace
702FollowerSegui
1,500FollowerSegui
250FollowerSegui
980IscrittiIscriviti

Tag
zerottonove.it

Giovedì 22 ottobre nella Biblioteca Comunale “F. Morlicchio” di Scafati ritorna la mostra documentaria sulle (F)orme di Resistenza cittadine

[ads1]

La sezione cittadini dell’ Associazione Nazionale Partigiani Italiani ripropongono l’esperienza della mostra documentaria al 1° della Biblioteca Comunale.

Forme di Resistenza
Forme di Resistenza

Già in passato, nella settimana tra il 16 ed il 25 Aprile, la sezione “Bernandino Fienga” dell’ANPI Scafati, in collaborazione con il liceo “Renato Caccioppoli”, l’Istituto Einaudi, la Scuola media di Via Martiri d’Ungheria, il circolo ARCI Ferro 3.0, Libera, il Forum dei Giovani di Scafati, il Pompei Lab, l’A.G.E.S.C.I, il MASCI e Link-Rete della Conoscenza, aveva organizzato una serie di iniziative per commemorare il 70° anniversario dalla Liberazione nazi-fascista. 

Se l’argomento della prima Mostra era incentrato sulla Resistenza a Scafati e in Campania e sulle sue radici storiche, economiche, sociali e politiche, stavolta si parla di ciò che dalla Resistenza è scaturito – ossia la Costituzione italiana e due figure antifasciste e partigiane che concorsero a scriverla: il Presidente Sandro Pertini e lo scafatese Ludovico Sicignano. (Pagina facebook evento)

Pochi giorni fa, anche la sezione Combattenti e Reduci si è fatta sentire, proponendo all’amministrazione del comune di Scafati una lapide per i martiri della guerra. Arcangelo Chirico ha dichiarato:

“Chiediamo che venga posta una lapide o un incisione commemorativa che ricordi i nomi dei cittadini del Comune di Scafati Caduti nella Prima Guerra Mondiale e nel Secondo conflitto, considerato che quest’anno ricorre il 100° anniversario dello scoppio della prima Guerra Mondiale. Chiediamo anche di mettere, per ogni caduto, l’anno di nascita e di morte, perché sia facilmente valutabile dal viandante, che si fermi a leggere gli elenchi dei Caduti, l’età di ciascuno di essi, quando, per assolvere al dovere di soldato o per l’amara sorte di finire sotto un bombardamento aereo, la morte lo colse crudelmente. Noi speriamo che anche su questo dettaglio possano meditare i cittadini scafatesi, e specialmente i giovani che in questa piazzetta già si riuniscono e continueranno a farlo gioiosamente anche in avvenire – aggiunge, concludendo, Chirico – riteniamo doveroso che resti vivo nella popolazione il ricordo dei sacrifici che le generazioni passate hanno sopportato, per la salvaguardia della libertà, nel corso delle due guerre mondiali”.

L’appuntamento è alle ore 18:30.
Interverranno:
Alfonso Annunziata – Presidente della Sezione cittadina dell’A.N.P.I.;
Alessandro Bonvini – membro della sezione cittadina dell’A.N.P.I.;
Marcello Ravveduto – Unievrsità degli Studi di Salerno;
Luigi Giannattasio – Presidente A.N.P.I. Salerno. 

[ads2]