HomeAttualitàA Scafati quasi 200 contagi: il sindaco chiude il mercato. Altri 4...

A Scafati quasi 200 contagi: il sindaco chiude il mercato. Altri 4 positivi ad Agropoli

Covid-19
Aggiornamenti

Italia
856,869
Totale Casi Attivi
Updated on 22 May 2022 10:19
37,889FansMi piace
702FollowerSegui
1,500FollowerSegui
250FollowerSegui
980IscrittiIscriviti

Tag
zerottonove.it

Quasi 200 i contagi a Scafati e il sindaco chiude anche il mercato. Ad Agropoli registrate 4 nuove positività al Covid-19

Sono 196 i contagi registrati dall’inizio della seconda ondata nel Comune di Scafati. 17 le nuove positività al Covid-19 emerse nella giornata di ieri e 6 i nuovi guariti. Il sindaco Cristoforo Salvati, a causa del continuo aumento del numero dei casi positivi, annuncia la chiusura dell’area mercatale programmata per la prossima settimana.

Il primo cittadino -come riportato dal sito web SalernoToday.it- aggiunge: “Oggi porterò all’attenzione del direttore generale e del direttore del dipartimento di Prevenzione dell’Asl Salerno una lettera a firma di noi sindaci di Scafati, Angri, Sant’Egidio del Monte Albino, Corbara con la quale chiederemo, innanzitutto, il potenziamento della rete del dipartimento di prevenzione con più medici; poi, una piattaforma digitale che metta in rete laboratori, medici di base, pronto soccorso. Insieme a tutto questo, è necessaria la presenza dell’Esercito per il controllo del territorio. Guardia di finanza e carabinieri e polizia municipale stanno facendo i pattugliamenti a piedi”.

Per quanto riguarda agli screening, il sindaco Salvati informa che “dal primo novembre, aprirà la sede Usca a Scafati con sette medici nel polverificio borbonico che stiamo riadattando. Lì, di concerto con il direttore del distretto sanitario, abbiamo programmato che faremo i tamponi in modalità drive-in”.

Sono intanto 4 i nuovi casi di positività al Covid-19 registrati nel Comune di Agropoli. “Sono stati riscontrati -scrive il sindaco Adamo Coppola in un post pubblicato sulla sua pagina Facebook- altri 4 casi di positività al Covid-19, che nulla hanno a che fare con i precedenti casi di contagio registrati finora. Tutti ‘asintomatici’. Sono in quarantena, tranne una persona che sta facendo rientro al proprio domicilio da una struttura ospedaliera. Si sta procedendo, come di consueto, a ricostruire la catena dei contatti, che risulta molto ristretta. Nel contempo, rispetto alle precedenti catene di contatto, numerosi tamponi analizzati sono risultati negativi. Raccomando a tutti di osservare fedelmente le prescrizioni anti-Covid19.”