Saurini guiderà la Primavera del Napoli 2012-13



Ai nastri di partenza il Campionato Primavera 2012-13.  Il calcio d’inizio,

per la prima giornata  ci sarà il 25 Agosto 2012. In attesa del calendario,

parliamo della panchina del Napoli che per quest’anno sarà ricoperta da

Giampaolo Saurini. Il possente attaccante cresciuto nelle giovanili della Lazio,

nasce il 13 Novembre 1968 e nella sua carriera veste le casacche di gloriose

squadre tra serie A e serie B (Lazio, Atalanta, Palermo, Brescia). Non gli

mancano altrettante esperienze in “C”, difatti subito dopo le giovanili della

Lazio, per la sua formazione,  indossa anche le maglie di Lodigiani e Cagliari.

Il suo percorso da allenatore, ha avuto la sua consacrazione nel Brescia, dove

ha trascorso cinque anni alla Primavera ed ad un passo dalla prima squadra.

Con la Primavera del Brescia nei primi anni sfiora la conquista delle fasi finali ed addirittura nel Campionato 2009/10 sfiora la conquista del titolo battendo

la sua Lazio e la Juventus, ma si arrende nelle semifinali al cospetto

di un fortissimo Empoli.

Giampaolo Saurini All. Prim. Napoli

      Preso il posto di Mister Sormani, alcuni giorni fà

      Mister Saurini ha diramato le convocazioni per i

      ragazzi del Napoli, che comporranno la rosa per

     il campionato 2012 – 13.

Portieri:  Capotosto, Contini  e  Salese

Difensori:  Allegra,  Nicolao,  Girardi,  Cretella,  Savarise,  Guardiglio,

                     Supino e Mileto

Centrocampisti:  Palma,  Palmiero,  Romano,  Musto,  La Gatta,  La Torre,

                    Gaetano,  Fabris e  La Pegna

Attaccanti:   Barone,    Del Bono,   Tutino,   Scielzo ed  Insigne Roberto.

Questi ragazzi, con Insigne Roberto, fratello del più famoso Lorenzo, domani

15 luglio intraprenderanno in Trentino la loro nuova avventura e faranno ritorno

il 27 a Castelvolturno dove ritroveranno anche i neo convocati da Mazzarri e vale

a dire:   Crispino, il portiere nato a Caserta  nel settembre del 94 e gia con presenze

nella Primavera 2011-12

Crispino portiere Primavera Napoli

Altro convocato da Mazzarri in ritiro a Dimaro con la prima squadra è

l’attaccante  Soma  Novothny,  sempre classe   “94. Nonostante il suo arrivo  a campionato in corso, ha dimostrato buon fiuto del goal segnando molto

di frequente.

Soma Novothny Primavera Napoli

     Per gli atri campionati, non disputando più il

     campionato “Berretti”, il Napoli ha incaricato

     per la categoria  Giovanissimi, Nicola Liguori,

     mentre   alla Categoria Allievi, ritorna Ciro Muro

     già stato nel 2010-11.

Ritornando ai Primavera convocati da Mazzarri, c’è anche una piacevole

novità a centrocampo. Trattasi di un ragazzo nato a Trebisacce, sulla

stupenda costa ionica di Cosenza, nel settembre del “94. Giuseppe Fornito,

centrocampista di sinistra che giovanissimo ha esordito nella primavera del

Napoli e che Sormani ha molto utilizzato nel campionato 2011-12.

Napoli Primavera 2012-13

A questo punto, augurando un “In bocca al Lupo” a Mister Giampaolo Saurino,

è bene dire che : ” Se sono rose…

Leggi anche



Articolo precedenteLuca Ward, la voce del Gladiatore al Giffoni. Matteo Renzi alla MasterClass
Prossimo articoloBiancolino non divide più i tifosi della Salernitana: ora sono tutti contro di lui – VIDEO e FOTO –
Avatar
Pasquale D’Aniello, giornalista, nato a Sant’Antonio Abate in provincia di Napoli. Da sempre appassionato di calcio con alcune esperienze dilettantistiche sul campo e sulla panchina. Autore nel 2012 del Libro: "Scugnizzeria agli Albori di un Successo"​ e premiato a Gallipoli nel 2015 (Torneo Internazionale che assegna il Trofeo Caroli Hotels), quale miglior giornalista del calcio giovanile. L'approccio con il calcio giovanile dilettantistico e professionistico da qualche decennio, ha fatto maturare in me nuove convinzioni ed intravedere nuovi orizzonti. "​ Il calcio è educazione, è economia, è uno dei modi di essere società"​. Tutto questo mi ha portato ad essere un "Cronista del calcio giovanile Campano"​, con il fine ultimo di far comprendere che questo Sport deve essere una sana sfida per misurare l'estro calcistico e nulla ha, che possa riguardare il fanatismo e qualsiasi altra devianza che provoca rancore anche a pochi metri di distanza tra i vari campi di calcio. La fortuna poi, di incontrare tantissimi professionisti legati a questo mondo, ha fatto il resto...