Sarno, battuta di caccia finita male



A Sarno, durante una spedizione di caccia, un giovane 32enne è rimasto ferito mortalmente. A sparare il colpo accidentale lo zio

Sarno sotto choc. Un giovane di 32 anni, Andrea Donnarumma, durante una battuta di caccia, insieme allo zio, ha perso la vita. Doveva essere una giornata piacevole, dove zio e nipote, trascorrevano delle ore insieme, per una spedizione di caccia di frodo. Invece, si è trasformata in un vero incubo.

SarnoDalle prime indiscrezioni, è emerso che lo zio, 59enne, mentre camminava alle spalle del ragazzo, cade perdendo l’equilibrio. Dal suo fucile parte un colpo accidentale che raggiunge il giovane al gluteo, recidendo l’arteria femorale. Immediatamente l’uomo, accortosi della gravità della situazione, è sceso a valle per chiedere aiuto ai Carabinieri di Nocera Inferiore, i quali sono intervenuti sul posto, dove è stato trovato il giovane ormai privo di vita. La zona, un’altura di ottocento metri circa, è accessibile con molte difficoltà, tanto che, per raggiungere il luogo dell’incidente, i Carabinieri hanno impiegato una novantina di minuti. Lo zio ha ammesso le proprie responsabilità, chiarendo ai militari, la dinamica dei fatti.

L’uomo è stato deferito per omicidio colposo e porto d’armi abusivo. La salma del ragazzo, è stata trasportata presso l’obitorio del nosocomio di Sarno, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria. Le indagini proseguiranno, per risalire alla ricostruzione completa dei fatti.

Leggi anche