Consiglio comunale di Sarno, Anna Robustelli si dichiara indipendente



Consiglio comunale di Sarno, Anna Robustelli si dichiara indipendente: “Un atto di coerenza nei confronti degli elettori. Sarò da pungolo a una giunta che deve ancora dimostrare di volere il bene della città”

 

Sarno– Anna Robustelli si dichiara indipendente per il mandato da consigliere comunale che la vedrà impegnata tra i banchi dell’opposizione a Sarno per i prossimi cinque anni. “Ci tengo a chiarire ogni cosa prima dell’assise che permetterà a questa amministrazione di insediarsi”, ha detto.

“Si tratta di una decisione ponderata. E’ una questione sia di coerenza che di rispetto per quanto riguarda la mia candidatura a sindaco, quale espressione dell’intera coalizione di centrodestra. Ho dalla mia oltre 4mila elettori nei confronti dei quali ho la responsabilità di rappresentarli tutti in assise. Lo devo a loro se siedo in consiglio comunale e dunque mi corre essere coerente nei loro confronti. Infine, ringrazio i partiti di centrodestra – Udc, Fratelli d’Italia, Forza Italia e Lega – per il cammino fatto insieme. Quella di essere indipendente è una scelta temporanea, nel frattempo che i partiti di centrodestra chiariscano al loro interno degli aspetti organizzativi. Serve voltare pagina e costruire davvero qualcosa di positivo affinché ci sia una coalizione di centrodestra che torni a governare questa città”.

Idee chiare anche sul modo di fare opposizione. “Sarà costruttiva, ma anche di denuncia e pungolo per questa amministrazione che, a mio avviso, deve ancora dimostrare tanto per questa città”, ha continuato la Robustelli. “I retroscena sulla nuova giunta dimostrano che ci troviamo davanti a una maggioranza tutt’altro che compatta. Lungi da me speculare sulle divisioni altrui, ma a Sarno serve trasparenza e competenza. Quella che è venuta a mancare a partire da questioni fondamentali come le politiche sociali, come dimostra la recente inchiesta della Guardia di Finanza sui falsi poveri. Non sarò mai contro la città, ma contro chi non vuole bene a Sarno e pensa ai propri interessi”.

Leggi anche