San Gregorio Magno tra Sport e Folklore



Una bella sinergia, tra il Gruppo Folklorico Gregoriano e la  Federazione Italiana Tradizioni Popolari Campania/Salerno, hanno dato vita ad un eccezionale evento di Sport e Folklore nella stupenda cornice di San Gregorio Magno in provincia di Salerno.

 San Gregorio Magno (SA)  27 Dicembre 2013.

Presentazione con il Sindaco Gerardo Malpede
Presentazione con il Sindaco Gerardo Malpede

Nell’Aula Consiliare del Comune di San Gregorio Magno, nella mattinata di domenica 22 Dicembre, è stata presentata la manifestazione musicale-sportiva che, per tre giorni, nella prima settimana del 2014,  nel Centro Sportivo Gregoriano recentemente passato alla FIGC, vedrà sotto i riflettori dei media, la laboriosa cittadina di San Gregorio Magno già famosa per la sua apprezzata offerta turistica ed enogastronomica.

Si parte  con la serata del 3 Gennaio, alle ore 19, con “ I Padri del Folklore ” in cui verranno premiate numerose personalità benemerite della F.I.T.P – Federazione Italiana Tradizioni Popolari, a cui faranno seguito le esibizioni del Gruppo Folklorico Gregoriano e del Gruppo Folk “A spiga rossa” di Petina (SA).

Uno dei momenti della Presentazione
Uno dei momenti della Presentazione

Sabato 4 Gennaio, alle ore 18, dopo la proiezione del cortometraggio “SLOT”, di recente produzione, a firma del regista Massimo Smuraglia, con gli attori Anthony Trotta, Emanuela Morini e Federica Boccia, sul palcoscenico si susseguiranno le esibizioni di numerosi gruppi musicali etnici e popolari provenienti dal territorio circostante e dalle varie regioni italiane, in occasione della “Rassegna di Musiche, di Canti Folklorici ed Etnici” FITP.

Domenica 5 Gennaio, alle ore 14,30 sul manto erboso del Centro Sportivo Gregoriano, dopo la parata musicale, si disputerà la partita di beneficenza tra la Nazionale Italiana Artisti e la Nazionale Italiana F.I.T.P. il cui calcio d’inizio è affidato al DJ “antidroga” Robbie Aniceto, opinionista di successo al Chiambretti Night e membro della Consulta Antidroga di Palazzo Chigi.

Ulteriore momento della Presentazione
Ulteriore momento della Presentazione

Nell’aula consiliare, si sono succeduti i contributi di Gerardo Malpede, sindaco di San Gregorio Magno, del Dott. Francesco Coccaro, Presidente  FITP Campania, di Francesco Tortoriello, Presidente FITP Salerno e Presidente del Gruppo Folklorico Gregoriano, di Giuseppe Paglia vicepresidente del  Gruppo Folklorico Gregoriano, tra cui ha brillato il forte l’intervento del Dott. Enzo Pastore, Presidente F.I.G.C. Campania che è stato insignito del titolo di “Padrino” della manifestazione. Dagli interventi è scaturito la forte valenza sociale, solidale, sportiva, musicale e, non ultima, economica della manifestazione. L’evento tende a rafforzare il legame con un passato musicale ricco di tradizioni che necessita di ulteriori valorizzazioni e l’importanza e la necessità  di un’aggregazione giovanile intorno ai valori etici e culturali dello Sport, della Musica e della Danza, contro il serpeggiare delle devianze giovanili che trovano facili radici nella dipendenza da alcool e droga.

Hanno chiuso il ventaglio di interventi le parole del Parroco Don Roberto Piemonte che, plaudendo all’impegno degli organizzatori, ha manifestato la sua solidarietà allo spirito dell’importante manifestazione che contribuisce alla crescita in positivo della sua Comunità Pastorale.

 

Leggi anche



Articolo precedenteGli Sdraiati di Michele Serra: in testa alle classifiche di vendita
Prossimo articoloIl fantastico mondo di ESN
Avatar
Pasquale D’Aniello, giornalista, nato a Sant’Antonio Abate in provincia di Napoli. Da sempre appassionato di calcio con alcune esperienze dilettantistiche sul campo e sulla panchina. Autore nel 2012 del Libro: "Scugnizzeria agli Albori di un Successo"​ e premiato a Gallipoli nel 2015 (Torneo Internazionale che assegna il Trofeo Caroli Hotels), quale miglior giornalista del calcio giovanile. L'approccio con il calcio giovanile dilettantistico e professionistico da qualche decennio, ha fatto maturare in me nuove convinzioni ed intravedere nuovi orizzonti. "​ Il calcio è educazione, è economia, è uno dei modi di essere società"​. Tutto questo mi ha portato ad essere un "Cronista del calcio giovanile Campano"​, con il fine ultimo di far comprendere che questo Sport deve essere una sana sfida per misurare l'estro calcistico e nulla ha, che possa riguardare il fanatismo e qualsiasi altra devianza che provoca rancore anche a pochi metri di distanza tra i vari campi di calcio. La fortuna poi, di incontrare tantissimi professionisti legati a questo mondo, ha fatto il resto...