Da domani tappa a Salerno per il Treno Verde di Legambiente



Arriva in Campania il Treno Verde di Legambiente e Ferrovie dello Stato Italiane. Dal 9 all’11 marzo in sosta al binario 3 tronco della stazione di Salerno

L’economia del futuro? È senz’altro l’economia circolare che porta con sé nuove opportunità ambientali, economiche, sociali. A spiegarlo e raccontarlo sarà il Treno Verde 2017, il convoglio ambientalista di Legambiente e Ferrovie dello Stato Italiane, realizzato con la partecipazione del Ministero dell’Ambiente e Tutela del Territorio e del Mare, con un’edizione tutta speciale dedicata a questo nuovo modello di sviluppo economico sostenibile e innovativo che sta prendendo sempre più piede in Italia ed è ora al centro del dibattito europeo.

Prossima regione toccata dal Treno Verde sarà la Campania: da domani, giovedì 9, a sabato 11 marzo sarà in sosta al binario 3 tronco della stazione di Salerno. La mostra sarà aperta dalle ore 8.30 alle 14 per le classi scolastiche prenotate e dalle 16 alle 19 per tutti i cittadini.

Quest’anno il Treno Verde viaggerà per l’Italia, per raccontare questo nuovo modo di fare economia, per promuovere la sostenibilità che parte dal basso, diffondere l’informazione scientifica e per dar voce ai tanti protagonisti (aziende, start-up, istituzioni, associazioni e territori), ribattezzati i cento Campioni dell’economia circolare che percorrono già questa strada.

Un’economia, quella circolare, che a differenza di quella lineare, dà vita a un processo di autogenerazione in cui tutte le attività sono organizzate in modo che i rifiuti di qualcuno diventino risorse per qualcun altro. Per questo il motto del Treno Verde 2017 sarà proprio “Ogni fine è un nuovo inizio”. Destinazione finale del messaggio portato dai Campioni è Bruxelles, dove è in corso la discussione per l’approvazione del pacchetto europeo sull’economia circolare. L’appuntamento sarà il 24 aprile con una tappa speciale a Bruxelles insieme ai 100 Campioni dell’economia circolare e al vicepresidente della Commissione UE, Jyrki Katainen e l’eurodeputata Simona Bonafè, relatrice del pacchetto europeo sull’economia circolare.

La mostra RICREA

Il percorso circolare degli imballaggi in acciaio, da materia prima a imballaggio, da rifiuto a risorsa, sarà raccontato nella mostra allestita da RICREA, Consorzio Nazionale Riciclo e Recupero Imballaggi Acciaio all’interno dei vagoni Treno Verde. Se l’economia circolare è l’economia del futuro, gli imballaggi in acciaio sono senza dubbio tra i campioni di un mondo più verde e sostenibile: l’acciaio infatti è il materiale più riciclato in Europa, facile da differenziare e riciclare all’infinito.

Le risorse del pianeta non sono esauribili e la rivoluzione dell’economia circolare pone l’attenzione di tutti su questa grande consapevolezza – commenta Roccandrea Iascone, Responsabile Comunicazione e Relazioni Esterne RICREA –. L’acciaio si ricicla all’infinito senza perdere le proprie qualità, e grazie alla raccolta differenziata gli imballaggi in acciaio possono rinascere infinite volte a nuova vita, trasformandosi ad esempio in binari ferroviari. Con le 5.300.000 tonnellate di acciaio raccolte negli ultimi 20 anni si potrebbero realizzare ad esempio 53.300 Km di binari ferroviari, pari ad oltre il doppio dell’intera linea ferroviaria italiana (24.435 Km) o un treno lungo da Salerno a Monaco di Baviera composto da 48.000 vagoni.

L’Associazione Nazionale Industriali Conserve Alimentari Vegetali

I principali utilizzatori di imballaggi in acciaio, soprattutto nella Provincia di Salerno, sono senza dubbio le industrie conserviere del pomodoro, rappresentate da ANICAV, l’Associazione Nazionale Industriali Conserve Alimentari Vegetali. In Italia, i contenitori in acciaio utilizzati ogni anno per la produzione dei derivati dal pomodoro sono 3.5 miliardi, che, uno dietro l’altro, corrisponderebbero a 700.000 km, cioè 15 volte il giro della terra.  Barattoli, grandi fusti e chiusure sono facili da differenziare e possono essere riciclati un numero infinito di volte mantenendo intatte le proprie qualità e dando vita a nuovi prodotti. Ad esempio con il riciclo di 50/100 barattoli si può realizzare il telaio di una bicicletta, mentre per una rastrelliera occorrono al massimo 100 fusti e con circa 100/200 tappi corona e capsule, utilizzate per le bottiglie di passata di pomodoro, si ottiene una chiave inglese.

“Il barattolo di acciaio, che garantisce la salubrità del prodotto e la sicurezza alimentare per i consumatori, è da 150 anni il contenitore più utilizzato dalle nostre aziende per i derivati del pomodoro. – spiega il Direttore Generale di ANICAV Giovanni De Angelis – Oltre a conservare le caratteristiche nutrizionali ed organolettiche del prodotto, è anche assolutamente sostenibile, garantendo una totale riciclabilità. Riteniamo molto importanti queste iniziative che accendono una luce su temi fondamentali come la sostenibilità”.

Taglio del nastro

Protagonisti del taglio del nastro della tappa campana (giovedì 9 alle ore 11) saranno proprio i Campioni dell’economia circolare della Campania: i rappresentanti delle realtà istituzionali, imprenditoriali, del mondo della ricerca, che già hanno investito nel nuovo modello economico, racconteranno la loro esperienza illustrando tutti i vantaggi economici, sociali e ambientali della loro scelta.

Alla cerimonia di taglio del nastro e premiazione saranno presenti: Manuela Cardarelli, portavoce Treno Verde; Michele Buonomo, presidente di Legambiente Campania; Vincenzo Napoli, Sindaco di Salerno; Angelo Caramanno, Assessore all’Ambiente e allo Sport Comune di Salerno.

 Nel pomeriggio, invece, alle ore 17, in programma a bordo della quarta carrozza il tema “Il futuro del biogas nella Regione Campania”. Interverranno: Giorgio Zampetti, Responsabile Scientifico Legambiente; Gerardo Calabrese, Consorzio per la Gestione dei Servizi di Salerno; Vincenzo Belgiorno, Professore Ordinario Dipartimento di Ingegneria Università di Salerno; Fulvio Buonavitacola, Assessore all’Ambiente della Regione Campania. Coordina Luca Pucci, Comitato Scientifico di Legambiente Campania

L’evento è realizzato nell’ambito del progetto Isaac (http://www.isaac-project.it).

Gli obiettivi

Tra gli obiettivi del Treno Verde c’è anche quello di sensibilizzare i cittadini sul problema dell’inquinamento in città, una vera e proprio piaga. Come ogni anno, quindi, nel corso del suo viaggio il Treno Verde seguirà un programma di monitoraggio dell’inquinamento acustico ed atmosferico delle città in cui farà tappa. Oltre a questo monitoraggio scientifico, novità di quest’anno sarà quello dell’inquinamento indoor con l’analisi di alcuni inquinanti che determinano la buona o la cattiva qualità dell’aria in un ambiente chiuso, come a scuola, a casa, al lavoro. Ciò sarà possibile grazie alla collaborazione con VALORIZZA brand di Studio SMA e Gemmlab, Orion, e con il contributo scientifico della Sapienza, del CNR-IIA e dell’Università IUAV di Venezia. I risultati georeferenziati del monitoraggio scientifico saranno consultabili sul nuovo portale del Treno Verde, trenoverde.it: qui si potranno trovare anche tutte le info sulla campagna itinerante, le varie tappe, la mostra a bordo treno, e la mappa con Campioni dell’Economia circolare.

Cittadini e studenti, come sempre, potranno salire a bordo del Treno Verde per visitare la mostra didattica e interattiva allestita all’interno delle quattro carrozze che avranno come filo conduttore l’economia circolare.

Prima carrozza

Nella prima carrozza chiamata “La linea retta” (è finita) si analizzano gli impatti dell’economia lineare e i vantaggi dell’economia circolare. Ci sarà inoltre un focus specifico sul pacchetto dell’economia circolare e su quello italiano e, a bordo della prima carrozza, chi vorrà potrà sottoscrivere il Manifesto dell’Economia Circolare di Legambiente.

Seconda carrozza

La seconda carrozzaQuelli che chiudono il cerchio” sarà dedicata ai “Campioni dell’economia circolare”, suddivisi per ambito tematico: rifiuti (riciclo, recupero, gestione), industria, imballaggi provenienti da raccolta differenziata tra cui quelli in acciaio, energia, edilizia, design, spazio laboratori, agricoltura, spreco alimentare, amministrazioni pubbliche, start Up e ricerca.

Terza carrozza

La terza carrozzaIl cerchio perfetto del riciclo” sarà dedicata interamente a Ecopneus, in prima linea nel recupero e riciclo dei pneumatici fuori uso. Si tratta di una delle buone pratiche a livello nazionale ed europeo e sarà raccontata attraverso installazioni, monitor e percorso mostra interattivo.

Quarta carrozza

Infine la quarta carrozza “Cittadinanza circolare: riparo e condivido” offrirà una sorta di vademecum per il cittadino, indicando quello che si può fare per consumare meno e meglio. Spazio poi alle migliori esperienze di riuso nate dal basso, ai piccoli laboratori di riparazione di oggetti, alle esperienze di sharing di prodotti e servizi e ai vantaggi che danno in termini ambientali, economici e sociali. Come sempre la quarta carrozza ospiterà di tappa in tappa le varie conferenze, i laboratori, gli aperitivi e le attività pomeridiane. Il Treno Verde e la mostra saranno aperti dalle 8,30 alle 14.00 per le scuole prenotate dalle 16,00 alle 19,00 per il pubblico.

Call for ideas

In concomitanza con il Treno Verde 2017, Legambiente e Ferrovie dello Stato Italiane promuovono una Call for ideas dal titolo “Ci muoviamo per l’ambiente”, riservata ai giovani dai 18 ai 30 anni. Obiettivo raccogliere idee, spunti e progetti per migliorare la raccolta differenziata dei rifiuti anche nelle stazioni e a bordo dei treni, attraverso la sensibilizzazione degli utenti e proposte concrete per ottimizzare questo servizio in ambito ferroviario. Al vincitore del contest Trenitalia offrirà un anno di viaggi nella regione di residenza. Per partecipare al contest è sufficiente consegnare un elaborato, cartaceo o digitale, a bordo del Treno Verde di Legambiente e FS Italiane, durante le varie tappe in calendario. Info su www.trenoverde.it.

Il programma completo del Treno Verde a Salerno

Giovedì 9 marzo

Dalle ore 8,30 alle 14 –  visita a bordo degli alunni delle classi scolastiche prenotate

Ore 11 –  Inaugurazione della tappa campana del Treno Verde, visita a bordo e presentazione e premiazione dei Campioni dell’economia circolare della Campania.

Saranno presenti:

Michele Buonomo, presidente di Legambiente Campania

Manuela Cardarelli, portavoce Treno Verde

Vincenzo Napoli, Sindaco di Salerno

Angelo Caramanno, Assessore all’Ambiente e allo Sport Comune di Salerno

 

ore 17:00 – Incontro a bordo della quarta carrozza

Il futuro del biogas nella Regione Campania

Manuela Cardarelli, portavoce Treno Verde

Giorgio Zampetti, Responsabile Scientifico Legambiente

Gerardo Calabrese, Consorzio per la Gestione dei Servizi di Salerno

Vincenzo Belgiorno, Professore Ordinario Dipartimento di Ingegneria Università di Salerno

Fulvio Buonavitacola, Assessore all’Ambiente della Regione Campania

Coordina Luca Pucci, Comitato Scientifico di Legambiente Campania

Evento realizzato nell’ambito del progetto Isaac

 

ore 16 – 19 – Apertura al pubblico del Treno Verde

ore 16 – 18.30 – Laboratorio: Upcycle a cura di Lukearth

 

Venerdì 10 marzo

Dalle ore 8,30 alle 14 –  visita a bordo degli alunni delle classi scolastiche prenotate

Nella quarta carrozza del Treno Verde agli studenti in visita al Treno Verde saranno presentati i prototipi messi a punto nell’ambito del progetto “Biosensori piezoelettrici a risposta in tempo reale per applicazioni ambientali e agro-alimentari” promosso dal dipartimento di Fisica dell’università Federico II di Napoli e cofinanziato dalla Fondazione con il Sud.

 

ore 17:00 – Incontro/dibattito

La Campania e l’Economia Circolare: verso una Legge Regionale.

Coordina Michele Buonomo, Presidente Legambiente Campania

Partecipano:

Manuela Cardarelli, portavoce Treno Verde

Mario Malinconico, Barbara Nicolaus, Maria Cristina Cocca e Roberto Avolio, ricercatori CNR

Paolo Ciambrelli, Professore Emerito di Chimica Industriale e Tecnologica Università di Salerno

Giorgio Criscuolo, Confindustria Salerno

Aldo Savarese, Consorzio 100% Campania

Amedeo Lepore, Assessore Regionale alle Attività Produttive

 

ore 16 – 19 – Apertura al pubblico del Treno Verde

ore 16 – 18.30  – Laboratorio: Upcycle a cura di Lukearth

 

Sabato 11 marzo

Dalle ore 8,30 alle 14 –  visita a bordo degli alunni delle classi scolastiche prenotate

 

Ore 11 – Conferenza stampa

Presentazione dei risultati del monitoraggio scientifico (inquinamento atmosferico, rumore e indoor) svolto nella città di Salerno dai tecnici di Legambiente.

A seguire, alle ore 12, firma del contratto di comodato d’uso per trasformare la stazione di Pontecagnano (Sa) nella prima Green Station della Campania.

 

Saranno presenti:

  • Stefano Ciafani, direttore generale Legambiente
  • Manuela Cardarelli, portavoce del Treno Verde
  • Luca Cascone, presidente Commissione Trasporti della Regione Campania
  • Alessandro Tullio, direttore Divisione Trasporto regionale Trenitalia Campania
  • Elisa Macciocchi, presidente del Circolo Legambiente Salerno
  • Modestino Ferraro, responsabile Ingegneria Direzione Territoriale Produzione RFI di Napoli
  • Francesca Ferro, direttrice del Circolo Legambiente Pontecagnano

 

ore 16 – 19 – Apertura al pubblico del Treno Verde

 

ore 17:00 – Dibattito

Economia Circolare, Economia Solidale.

Partecipano:

Luca Capozzoli, Legambiente Campania

Gianni Grasso, Made in Castelvolturno

Giacinto Chirichella, Arcipelago Scec

Alessandro Manzo, Carsharing Salerno

Rossano Braca, associazione Venite Libenter

Coordina Alfredo Napoli, Segreteria Legambiente Campania

 

ore 16 – 18.30  – Laboratorio di Sartoria Creativa a cura di Made in Castelvolturno

 

ore 18:30 Astascec a cura di Nona Nuvola

Ogni oggetto ha un valore di partenza che ciascun partecipante può rilanciare finché il banditore d’asta non aggiudica l’oggetto al miglior offerente (www.astascecsalerno.it).

 

Leggi anche