Home Attualità Salerno, locali ex Tribunale. La scuola "Pirro" bacchetta la provincia

Salerno, locali ex Tribunale. La scuola “Pirro” bacchetta la provincia

Covid-19
Aggiornamenti

Italia
389,433
Totale Casi Attivi
Updated on 24 February 2021 18:52
37,889FansMi piace
702FollowerSegui
1,500FollowerSegui
250FollowerSegui
980IscrittiIscriviti

Tag
zerottonove.it

In merito ai locali di piazza XXIV Maggio lasciati liberi dal Tribunale di Salerno la scuola Pirro ha ritenuto doveroso fare alcune precisazioni: “non è più possibile assistere ad un balletto di competenze”

I locali interessati, lasciati liberi dal tribunale di Salerno, sono all’interno di un edificio di proprietà del comune di Salerno che ospita la scuola Pirro dell’Istituto Comprensivo Vicinanza e il Liceo Regina Margherita.

Il Consiglio d’Istituto Vicinanza-Pirro di Salerno mette in evidenza le mancanze della Provincia di Salerno, soggetto gestore del Liceo Regina Margherita, che non si è interessata per tempo della vicenda e che non si è impegnata a risolvere i problemi legati alla messa in sicurezza della parte di edificio di propria competenza anche, se necessario, prevedendone la sua dislocazione altrove. Il Consiglio chiede alla Provincia di Salerno il perché ad oggi non ha ancora provveduto a svolgere i lavori presso il Liceo Regina Margherita per la messa in sicurezza della scala di emergenza presente all’interno del cortile. Un colpevole ritardo del quale la Provincia è tenuta a rispondere per superare una fase di stallo che penalizza tutti.

Il Consiglio d’Istituto rimarca, inoltre, che le scuole secondarie di secondo grado, come il Liceo Regina Margherita, sono chiamate a svolgere, a causa dell’emergenza Covid, la didattica in presenza solo al 50% mentre le scuole secondarie di primo grado, come la Pirro, riapriranno al 100%. È del tutto evidente quindi che, ad oggi, c’è una necessità maggiore della scuola Pirro, rispetto al Liceo Regina Margherita, ad avere più spazi e a rispondere alle esigenze di messa in sicurezza dei propri alunni. Tra l’altro di tratta di locali in un edificio di proprietà del comune di Salerno che ha la gestione delle scuole primarie e delle scuole secondarie di primo grado come appunto l’Istituto Comprensivo Vicinanza-Pirro. Si evidenzia che nel plesso Pirro manca un’uscita di emergenza, problema che sarebbe superato con la disponibilità dei locali adiacenti liberati dal Tribunale. La scuola Pirro dispone di un’approvazione in deroga del piano di evacuazione da parte dei Vigili del Fuoco ma questa è una problematica che richiede, seduta stante, una soluzione immediata e definitiva.

L’Istituto Comprensivo Vicinanza-Pirro, quindi, sollecita il Comune di Salerno e l’intera Giunta a prendere posizione nell’interesse della comunità scolastica e di tutti i soggetti interessati. Atteso che la mediazione finora portata avanti ha generato solo confusione e nessun risultato, chiediamo al Sindaco di Salerno di prendere in mano la situazione in prima persona, precisando che l’Istituto Comprensivo Vicinanza-Pirro di Salerno auspica la giusta soluzione nell’interesse di tutti gli studenti coinvolti, perché non esistono studenti di serie A e di serie B.

L’Istituto Comprensivo Vicinanza-Pirro di Salerno fa sapere di aver rispettato i ruoli e le istituzioni ma “non è più possibile assistere ad un balletto di competenze che penalizza in maniera grave ed inaccettabile gli studenti. Visto che l’edificio è di proprietà del Comune di Salerno ci sembra alquanto bizzarro che qualcuno pensi di poter avanzare pretese senza un momento di confronto basato su criteri equi e condivisi.”