Home Cronaca Salerno, detenuto appicca il fuoco in cella: salvato dagli agenti penitenziari

Salerno, detenuto appicca il fuoco in cella: salvato dagli agenti penitenziari

Covid-19
Aggiornamenti

Italia
796,849
Totale Casi Attivi
Updated on 24 November 2020 14:49
37,889FansMi piace
702FollowerSegui
1,500FollowerSegui
250FollowerSegui
980IscrittiIscriviti

Tag

A Salerno, un detenuto di origini straniere ha appiccato il fuoco nella sua cella. L’uomo qualche giorno fa aveva già aggredito diversi poliziotti in ospedale

Tragedia scampata nel penitenziario di Salerno: un detenuto extracomunitario  è stato tratto in salvo dagli agenti della polizia penitenziaria in seguito ad un incendio da lui stesso appiccato. Secondo quanto riferito dal sindacato di polizia penitenziaria Osapp, il detenuto ha dato alle fiamme alcune suppellettili e rapidamente il fumo si è diffuso in tutto il reparto.

Secondo quanto riporta Salerno Today, gli agenti della penitenziaria sono intervenuti immediatamente, con indosso delle maschere antigas. I sindacalisti hanno inoltre rivelato che lo stesso detenuto, qualche giorno fa, aveva aggredito diversi agenti penitenziari in ospedale. I segretari regionali Osapp Campania Vincenzo Palmieri e Luigi Castaldo hanno espresso la loro grattudine nei confronti degli agenti: “E’ solo grazie al coraggio dei poliziotti penitenziari di turno che si è riusciti a salvare il detenuto, quasi collassato dall’intossicazione dei fumi prodotti da ciò che aveva dato fuoco nella propria camera di pernottamento“.

Il segretario generale Osapp, Leo Beneduci ha invece considerato la drammaticità e le cause di tali avvenimenti: “i molteplici eventi critici sono lo specchio di una situazione critica che necessita di misure idonee e risolutive, che siano da esempio e deterrenti per casi analoghi, affinché soggetti pericolosi come quelli degli eventi di oggi siano gestiti in regime penitenziario idoneo ad evitare danni“.